Coronavirus, scoperti nuovi casi legati al focolaio di Roma: dubbi sull'origine - Roba da Donne

Coronavirus, scoperti nuovi casi legati al focolaio di Roma: dubbi sull'origine

Crescono i contagi registrati all'interno dell'IRCSS San Raffaele della Pisana, a Roma: sono 37. Dubbi sull'origine del focolaio, il virus potrebbe essere entrato con un operatore contagiato

Il bilancio del focolaio di Covid-19 scoppiato nelle scorse ore all’interno dell’IRCSS San Raffaele della Pisana, a Roma, è salito a 37 contagi.

L’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, ha tuttavia sottolineato che nonostante le criticità, il cluster è stato già contenuto. Nei prossimi giorni verranno effettuati test su tutti i pazienti dismessi e sui loro contatti diretti.

“Questo focolaio dimostra che non è il momento di abbassare la guardia. La gestione di questa nuova emergenza è stata tempestiva e al momento è sotto controllo. Voglio rivolgere un ringraziamento ai servizi della Asl Roma 3, le unità mobili USCA-R e le Forze dell’ordine che stanno consentendo di svolgere puntualmente tutte le operazioni per la messa in sicurezza della struttura.” ha riferito l’assessore.

D’Amato ha poi invitato tutti i pazienti dimessi dall’IRCCS San Raffaele Pisana dal 18 maggio in poi e i loro contatti stretti, a recarsi presso i drive in di Casal Bernocchi, Via di Casal Bernocchi, 73 o del Forlanini, Piazza Carlo Forlanini 1, orario 09:00 – 18:00, per eseguire dei test di controllo.

Sull’origine del focolaio ci sono ancora diversi dubbi: secondo quanto ha riferito nelle scorse ore il commissario straordinario della Asl Roma 3, Giuseppe Quintavalle, il virus potrebbe essere entrato nella struttura trasportato da un operatore sanitario contagiato. Un sospetto dovuto soprattutto al fatto che secondo quanto disposto attraverso dall’ordinanza regionale del 18 aprile 2020, i pazienti ammessi all’interno della struttura sanitaria devono essere posti in isolamento per 14 giorni, devono rispettare il distanziamento sociale e utilizzare i dispositivi di protezione individuale.

Roma, nuovo focolaio: 31 positivi al San Raffaele

Intanto le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine proseguono e da domani prenderà il via anche l’indagine di sieroprevalenza presso l’Istituto penitenziario di Regina Coeli a Roma. Nella giornata di ieri, al Covid Center del Campus Bio-medico è guarita ed è stata dimessa una donna di 97 anni. I decessi sono stati 2, mentre il numero complessivo dei guariti è di 4.362 totali.

La discussione continua nel gruppo privato!

Articolo originale pubblicato il 8 Giugno 2020

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...
  • Coronavirus