Il commento di Madre Carmela Distefano sull'addio alle Orsoline di Cristina Scuccia

È arrivata la dichiarazione delle consorelle sul caso dell'ex religiosa che nel 2014 aveva trionfato a The Voice. "Siamo certamente dispiaciute di non averla più tra noi, ma comprendiamo e rispettiamo la sua decisione".

Nei giorni scorsi la notizia di Cristina Scuccia – ormai ex Suor Cristina – che ha lasciato la vita consacrata per abbracciare un nuovo percorso di vita ha fatto rapidamente il giro del web, scatenando una notevole copertura mediatica. Complice di tutto ciò è stata anche la sua comparsata televisiva a Verissimo, in cui in abiti non religiosi ha raccontato il suo cambiamento.

Suor Cristina di The Voice lascia la vita consacrata. Ora è Cristina Scuccia

In men che non si dica la stampa ha cercato di ottenere una dichiarazione sul caso anche dalle consorelle Orsoline, risultato tuttavia come un frettoloso no comment. Questo non ha fatto altro che generare le illazioni di molti. Ora però è arrivato il commento della Madre Generale delle Suore Orsoline della Sacra Famiglia, Madre Carmela Distefano, che a nome di tutte ha affermato:

Mi dispiace che la stampa nella difficoltà di dare risposte al telefono abbia colto distacco e indifferenza da parte nostra per la scelta di Cristina. Siamo certamente dispiaciute di non averla più tra noi, ma comprendiamo e rispettiamo la sua decisione e le auguriamo tutto il bene possibile per il suo cammino. La sentiremo sempre una nostra sorella e l’accompagneremo con l’affetto e con la preghiera.

La dichiarazione è stata resa nota dall’ufficio stampa di Cristina Scuccia, che ora, dopo 15 anni di vita monastica, vive in Spagna e fa la cameriera.

La 34enne siciliana era balzata agli onori della cronaca quando nel 2014 aveva partecipato all’edizione italiana di The Voice, competizione che l’aveva vista trionfare con il favore di molti, tra cui anche quello del giudice J-Ax, il primo a scommettere subito sul talento dell’ex religiosa. “Io e te siamo come il diavolo e l’acqua santa“, la famosa frase pronunciata dall’ex Articolo 31 per definire il loro connubio artistico, che poi è passata alla storia del programma.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!