A pochi giorni dalla notizia dell’assoluzione dall’accusa di stupro del ventenne di Torino, secondo cui la vittima l'”avrebbe indotto ad osare“, la Procura e i carabinieri di Cuneo stanno indagando su quanto accaduto a due ragazze di 15 anni, che avrebbero subito violenza sessuale da parte di un gruppo di ragazzi, durante un pomeriggio trascorso in una piscina.

"Non ha chiuso la porta, l'ha indotto a osare": 20enne assolto per violenza sessuale

I fatti risalgono al mese di giugno 2022: le vittime sarebbero state avvicinate dai giovani che, per attirarle all’interno dei bagni della struttura e violentarle, gli avrebbero sottratto alcuni oggetti personali (come telefono e occhiali da sole). “Se li rivolete dovete venire insieme a noi nei bagni” hanno detto i ragazzi alle studentesse di prima superiore.

Le ragazze avevano trascorso il pomeriggio in piscina con altri amici, i quali erano andati via un attimo prima delle violenze. Nel tardo pomeriggio, infatti, erano rimaste solo loro due ad aspettare che i genitori venissero a prenderle. A quel punto, il gruppo di giovani avrebbe iniziato a infastidirle, con battute volgari e gesti inappropriati. Fino a condurle all’interno dei bagni, dove entrambe le ragazze avrebbero subito violenze sessuali per quasi 15 minuti.

A quanto ricostruito, uno dei ragazzi si è offerto per accompagnare una delle due a riprendere il telefono. L’ha tirata per un braccio fino alla porta dei bagni. A quel punto l’ha spinta dentro dove gli altri amici li stavano attendendo. La stessa cosa è successa all’altra ragazza che, non vedendo più l’amica, preoccupata, si è avvicinata al gruppetto per avere notizie. “Andiamo a vedere che cosa succede“, le hanno detto, prima di spingerla dentro un’altra toilette e violentarla.

Alla sera, una delle due ragazze ha raccontato quanto accaduto alla madre, che ha denunciato l’episodio ai carabinieri. Successivamente, le adolescenti, sotto choc, sono state portate in ospedale, dove sono stati riscontrati i segni degli abusi. Le indagini sono in corso, rallentate da una sorta di omertà per cui nessuno dei presenti sembra essersi accorto di quanto le due ragazze stavano subendo.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!