Eddie Redmayne ha confessato al Sunday Times che non accetterebbe più il ruolo di un personaggio trans in quanto questi ruoli devono essere concessi a persone transgender, e che farlo in The Danish Girl è stato sbagliato da parte sua.

The Danish Girl (2015), diretto da Tom Hooper, si basa sulla storia della pittrice danese Lili Ilse Elvenes, meglio conosciuta come Lili Elbe, una delle prime persone al mondo a essersi sottoposta all’intervento chirurgico per la riassegnazione del sesso.

Eddie Redmayne, attore premio Oscar per la sua interpretazione dello scienziato disabile Stephen Hawking in The Theory of Everything (2014), ha ricevuto la nomina per l’Oscar come miglior attore anche per The Danish Girl, ma ripensare a quella pellicola non lo rende particolarmente orgoglioso.

No, non lo accetterei adesso. Ho fatto quel film con le migliori intenzioni, ma penso che sia stato un errore“, ha detto Redmayne al Sunday Times. “La discussione più grande sulle frustrazioni legate al casting è perché molte persone non hanno una sedia al tavolo“.

L’attore si è concentrato sul problema della rappresentazione. Infatti, il ruolo di Lili Elbe in The Danish Girl avrebbe dovuto essere interpretato da un’attrice trans.

Eddie Redmayne, protagonista della saga Animali Fantastici e Dove Trovarli in cui interpreta Newt Scamander, basata sull’universo di Harry Potter, ha inoltre sostenuto la sua posizione a favore della comunità transgender parlando contro J.K Rowling, fortemente criticata per i suoi commenti ritenuti offensivi dalla comunità trans. “Non sono d’accordo con i commenti di Jo. Le donne trans sono donne, gli uomini trans sono uomini e le identità non binarie sono valide“, ha dichiarato a Variety.

La scrittrice della saga di Harry Potter non sarà presente nello speciale “Return To Hogwarts” di HBO Max con il cast della saga (saranno presenti Emma Watson, Daniel Radcliff e Rupert Grint), come riportato dalla stampa.

Il cast di Harry Potter ritorna a scuola per il 20esimo anniversario della saga

Redmayne è attualmente impegnato nella produzione di Cabaret, al Playhouse Theatre di Londra. L’attore interpreta The Emcee, o Master of Ceremonies, un ruolo che è stato interpretato più volte da attori LGBTQ+ fin da quando è stato introdotto per la prima volta nel 1966, a Broadway.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!