"Sono trans, il mio nome è Elliot": il coming out della star nota come Ellen Page

La star di Juno, nata come Ellen Page, ha pubblicato un toccante stato sui suoi profili social in cui dichiara di essere transgender ed esprime la volontà di essere identificata al maschile. Da questo momento si chiamerà infatti Elliot.

La star di Juno, prima nota come Ellen Page, ha pubblicato un lungo, toccante post sui suoi profili social, in cui annuncia di essere trans ed esprime il desiderio di essere identificata al maschile, attraverso l’uso del pronome he, o in alternativa, il pronome neutro, they. Da questo momenti, sarà, infatti, Elliot Page.

View this post on Instagram

A post shared by @elliotpage

Ciao amici, voglio condividere con voi che sono trans, i miei pronomi sono lui / loro e il mio nome è Elliot. Mi sento fortunato a scrivere questo. A essere qui. Di essere arrivato in questo posto nella mia vita.

Queste le parole d’esordio del messaggio dell’attore canadese, noto ai più per la partecipazione al film Juno, in cui interpretava una giovane ragazza incinta, che gli valse la candidatura all’Oscar nel 2008.

Sento una gratitudine schiacciante per le persone incredibili che mi hanno sostenuto in questo viaggio. Non riesco a esprimere quanto sia straordinario amare finalmente chi sono abbastanza da cercare di seguire il mio sé autentico. Sono stato continuamente ispirato da tanti nella comunità trans. Grazie per il vostro coraggio, per la generosità e per il lavoro incessante che fate per rendere questo mondo un posto più inclusivo e compassionevole. Vi offrirò qualsiasi supporto possibile per continuare a lottare per una società più amorevole ed equa.

Elliot Page: 'Ho sofferto per anni. Sono stanco di mentire'

Elliot chiede anche pazienza per questo momento delicato e intenso che sta attraversando e, nel rendere pubblico il suo stato interiore, parla anche della difficile situazione che oggi vive la comunità trans.

Vi chiedo pazienza. La mia gioia è reale, ma è anche fragile. La verità è che, nonostante mi senta profondamente felice in questo momento e sappia quanti privilegi ho, ho anche paura. Ho paura dell’invadenza, dell’odio, degli “scherzi” e della violenza. Per essere chiari, non sto cercando di smorzare un momento gioioso e che voglio celebrare, ma voglio affrontare il quadro completo. Le statistiche sono sbalorditive. La discriminazione nei confronti delle persone trans è diffusa, insidiosa e crudele, con conseguenze orribili. Solo nel 2020 è stato riferito che almeno 40 persone transgender sono state uccise, la maggior parte delle quali erano donne trans nere e latinx.

Nel suo messaggio, Elliot si rivolge direttamente ai leader politici alludendo alle restrizioni che l’amministrazione Trump ha operato nei confronti dei diritti della comunità LGBTQ.

Ai leader politici che lavorano per criminalizzare l’assistenza sanitaria per le persone trans e che negano i nostri diritti a esistere, e a tutti coloro con un grande seguito che continuano a vomitare ostilità contro la comunità trans: avete sangue sulle vostre mani. Scatenate una furia di rabbia vile e degradante che pesa sulle spalle della comunità trans, una comunità in cui il 40% dei trans adulti dichiarano di aver tentato il suicidio. Quando è troppo è troppo. Non vi stanno “cancellando”, state facendo del male alle persone. Sono una di quelle persone che non resteranno in silenzio di fronte ai vostri attacchi.

Cos'è il dead name e perché è importante chiamare le persone trans col loro nome

L’attore chiude il suo toccante stato con un messaggio pieno d’amore per le persone trans, in nome delle quali si impegna a combattere per una società migliore e inclusiva.

Amo il fatto di essere trans. E amo l’essere queer. E più mi tengo stretto e accetto completamente chi sono, più sogno, più il mio cuore cresce e prospero. A tutte le persone trans che affrontano persecuzione, disprezzo per loro stesse, abusi e le minacce di violenza ogni giorno: vi vedo, vi amo e farò qualunque cosa in mio potere per cambiare il mondo per il meglio.

Non è la prima volta che l’interprete di Juno e The Umbrella Academy fa coming out. La prima volta avvenne nel 2014 quando, durante la conferenza annuale per i diritti lgbt Time to Thrive della Human Rights Campaign Foundation, aveva annunciato di essere lesbica. L’attore dal 2018 è sposato con la coreografa Emma Portner.

La discussione continua nel gruppo privato!