Eternals, il nuovo film Marvel, doveva uscire nelle sale l’11 novembre. Ma alcuni mercati arabi hanno bloccato la pellicola: Arabia Saudita, Kuwait e Qatar hanno deciso di mettere al bando il film dopo che Disney si sarebbe rifiutata di tagliare alcune scene come richiesto dai censori locali. Proprio nelle scorse ore i riferimenti all’uscita del film Marvel sono stati rimossi dai siti di questi Paesi. Non sono state pubblicate motivazioni ufficiali riguardo alla censura, ma pare che a far discutere sia il personaggio di Phastos, primo supereroe omosessuale, interpretato da Brian Tyree Henry, che nel film ha un figlio e un marito di origini arabe (Haaz Sleiman). In una scena i due personaggi si scambiano un bacio appassionato, il primo nel mondo Marvel. Già nei giorni scorsi la figura di Phastos aveva fatto piovere recensioni negative fasulle condite da commenti omofobi sul sito IMBD, costretto a cancellarli. Tra le altre possibili motivazioni di censura ci potrebbe essere anche la scena di sesso fra i personaggi di Sersi (Gemma Chan) e Ikaris (Richard Madden).

La nascita di un'eroina: 8 cose da sapere su Captain Marvel
9

L’attrice Angelina Jolie, attrice del cast, ha commentato duramente la decisione di Arabia Saudita, Kuwait e Qatar di censurare Eternals. “Sono triste per quel pubblico”, ha detto la Jolie, “e sono fiera della Marvel che si è rifiutata di fare tagli al film” (la Disney non ha infatti voluto cedere, rinunciando al taglio di alcune scene). L’attrice ha continuato: “Ancora non riesco a capire come si possa vivere al giorno d’oggi in un mondo in cui le persone non possano vedere la bellezza di quella relazione. Infuriarsi, sentirsi minacciati o disapprovarlo è da ignoranti“.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!