Fabio Fazio come Willy Wonka: perché ha salvato una fabbrica di cioccolato

Il conduttore di Che Tempo che Fa è da poco a capo della Lavoratti, una storica azienda di Varazze alla quale è legato sin dall'infanzia e, insieme alla moglie, Gioia Selis, ha deciso di rilevarne il 50 % delle quote.

Fabio Fazio come Willy Wonka? Pare proprio di sì visto che lo storico conduttore di Che Tempo che Fa è da poco a capo di un’azienda che produce cioccolato. Insieme alla moglie, Gioia Selis, il presentatore ha deciso di rilevare il 50 % delle quote della Lavoratti, una piccola ditta di Varazze alla quale si legano i suoi ricordi d’infanzia.

L’inaugurazione della fabbrica di cioccolato si terrà a brevissimo, entro fine settembre 2022 e, mentre già si parla di una campagna pubblicitaria che potrebbe coinvolgere alcuni volti televisivi, Fazio sui suoi canali social ha raccontato in un video come è nata questa avventura:

C’era una volta un piccolo laboratorio di cioccolato molto significativo per tutti i bambini nati a Varazze o cresciuti a Varazze come me, perché lì c’erano i miei nonni, che a ogni Pasqua e Natale ricevevano un prodotto di questa piccola azienda, che due anni fa stava per chiudere per le difficoltà del Covid. Mi è sembrato che si potesse e si dovesse fare qualcosa. E insieme a un mio socio ci abbiamo provato. Occuparsi di cioccolato è la cosa forse più bella e più divertente che ci possa essere. Certamente è un modo per tornare indietro nel tempo, per tornare bambini.

Torna Willy Wonka: ma non sarà una nuova versione de La Fabbrica di Cioccolato

Il socio di cui parla Fabio Fazio è l’amico e ristoratore Davide Petrini, che con lui ha rilevato due anni fa la Lavoratti, dando vita alla neonata Dolcezze di Riviera srl, e che di cui detiene il 45 % delle quote, stessa percentuale del conduttore, mentre Gioia Selis ne ha il 5%, come anche l’altra socia Alessia Parodi.

Il 15 settembre, su Instagram, Fazio ha annunciato l’imminente conferenza stampa in cui presenterà la fabbrica, o meglio, in cui racconterà “Questa dolce follia”.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!