diredonna network
logo
Stai leggendo: Fabrizio Frizzi dopo l’ischemia, a spasso con la famiglia (FOTO)

Fabrizio Frizzi dopo l'ischemia, a spasso con la famiglia (FOTO)

Fabrizio Frizzi si sta riprendendo dopo la lieve ischemia che lo ha colpito durante le registrazioni de "L'Eredità": è stato avvistato a spasso con moglie e figlia.
Fabrizio Frizzi

Si sta riprendendo Fabrizio Frizzi, conduttore di Rai 1, colpito lo scorso 23 ottobre da una lieve ischemia durante le registrazioni del programma tv “L’Eredità” da lui condotto (poi è stato sostituito dall’amico e collega Carlo Conti, ndr). Ora Frizzi si mostra, per la seconda volta mentre cammina mano nella mano con la moglie Carlotta e con la figlia. Una famiglia unitissima soprattutto in un momento così delicato dove si è temuto per la vita del noto presentatore tv. A pubblicare le immagini esclusive è il settimanale “Diva e Donna”.

Fino ad ora Fabrizio Frizzi non è tornato in tv né ha preso parte a programmi televisivi: la famiglia ha sempre chiesto il massimo riserbo sul suo stato di salute. Dopo questa fase di recupero, è tornato alla vita di tutti i giorni ma, forse, ancora non è pronto per affrontare i riflettori, gli studi televisivi e il suo pubblico che lo sta aspettando con ansia.

A rassicurare sulle sue condizioni era stato, settimane fa, Mario Orfeo, direttore generale della Rai: “Abbiamo parlato e scherzato” disse uscendo dall’ospedale. Immediata la sospensione del programma tv “L’Eredità”, sostituito da alcune puntate di “Don Matteo 9”.

Lo scorso 10 novembre è stato lo stesso Frizzi a rassicurare i suoi fans via Facebook. Ecco cosa ha scritto:

“Cari amici, sono felice di potervi scrivere per dirvi che combatto per riprendermi. Devo ringraziare prima di tutto i medici dell’Umberto I che mi hanno ripreso per i capelli, poi i medici del Sant’Andrea che mi hanno rimesso in piedi e rapidamente sono stati capaci di capire da cosa il guaio era stato generato. Insieme a loro devo gratitudine eterna ai loro infermieri […] Grazie ai miei famigliari e agli amici di una vita che mi hanno supportato in maniera incredibile. Naturalmente ringrazio gli amici dell’Eredità, il medico della Dear per la rapidità del soccorso, la Rai, il direttore generale Orfeo per la costante vicinanza e il fratello Carlo Conti”.