Questa famiglia sta facendo il giro del mondo prima che i figli diventino ciechi

Tre dei loro quattro figli sono affetti da retinite pigmentosa, una malattia che li condurrà alla cecità in età adulta: per questo Edith Lemay e Sebastien Pelletier hanno venduto la loro attività e li stanno portando a vedere le meraviglie del pianeta, in modo che possano conservare più ricordi visivi possibile.

Tre dei loro quattro figli sono affetti da retinite pigmentosa, una malattia che li condurrà alla cecità in età adulta: per questo Edith Lemay e Sebastien Pelletier, di Montreal, hanno venduto la loro attività e stanno portando tutti i ragazzi a vedere le meraviglie del mondo, in modo che possano conservare tutta la bellezza del pianeta prima che diventino ciechi.

La coppia, sposata da 12 anni, desidera che i tre figli con la drammatica diagnosi, possano immagazzinare quanti più “ricordi vivisi” possibile, prima che il buio arrivi inesorabile. Edith Lemay, la madre dei ragazzi, ha spiegato alla Cnn come è nata l’idea del viaggio:

Non c’è niente che possiamo fare e non sappiamo quanto veloce avanzerà. Quando il medico ci ha suggerito di far assorbire ricordi visivi ai bimbi ho pensato: non gli farò vedere un elefante raro in un libro, ma riempirò la loro memoria con immagini migliori.

Tutto è iniziato quando la secondogenita di casa Pellettier, Mia, aveva solo tre anni: dopo che i genitori notarono alcuni problemi alla sua vista, i medici le diagnosticarono la retinite pigmentosa. Subito dopo stessa diagnosi anche per Colin di 7 anni, e per Laurent, 5. L’unico che non ha i geni di questa malattia è il primogenito Leo, che adesso ha 9 anni.

Chi è Lexie Alford, la persona più giovane ad aver completato il giro del mondo
21

Ed ecco che prima che diventino ciechi, Pelletier e Lemay hanno deciso di organizzare questo tour intorno al globo, che durerà un anno. Un’impresa che doveva iniziare prima della pandemia e invece sono partiti a marzo 2022 da Montreal: prima destinazione Namibia per ammirare gli animali nella savana, poi Zambia e Tanzania, e via verso la Turchia, la Mongolia e l’Indonesia.

Per organizzare il tour, i coniugi hanno investito tutti i loro risparmi e stanno documentando il viaggio, tappa per tappa, sulla pagina Facebook Le monde plein leurs yeux, dove postano tutte le esperienze, le foto e i ricordi che i loro figli conserveranno per sempre nella memoria visiva, anche quando la vista non ci sarà più.

Articolo originale pubblicato il 14 Settembre 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!