Fase 2, cosa cambia dal 18 maggio: anticipazioni sul nuovo Dpcm

Manca davvero poco al nuovo Dpcm che farà chiarezza su cosa cambierà dal 18 maggio. Secondo le ultime informazioni potremmo incontrare gli amici e spostarci verso le seconde case, i parrucchieri finalmente dovrebbero riaprire, così come i bar e i ristoranti. Ecco tutte le anticipazioni.

Mancano pochi giorni alla data in cui dovrebbe esserci un nuovo allentamento delle misure restrittive, dal 18 maggio riapriranno diverse attività come i bar e i negozi.

In queste ore stanno circolando ulteriori dettagli su cosa cambierà dal prossimo lunedì ma in ogni caso bisognerà attendere la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte che illustrerà il nuovo Dpcm. Sarà proprio il Presidente del Consiglio a fare chiarezza su cosa su quali attività riapriranno dal 18 maggio e su cosa potremmo fare.

Secondo quanto riporta Fanpage, dal 18 maggio entreremo in una nuova fase della Fase 2 dell’emergenza sanitaria legata al coronavirus nel nostro Paese. Dopo un primo rallentamento delle misure restrittive avvenuto lo scorso 4 maggio, il Governo sta pensando di allentare altre misure dando così la possibilità ai cittadini di spostarsi più liberamente.

Fase 2, vietato prendere il sole in spiaggia, sì alle passeggiate

Secondo le anticipazioni, una delle novità che potrebbero entrare in vigore con il nuovo Dpcm è lo stop all’autocertificazione, il modulo di cui sono state realizzate varie versioni sia durante la Fase 1 che nella prima parte della Fase 2. Senza autocertificazione non bisognerà più giustificare quando e perché si esce di casa.

Per quanto riguarda gli spostamenti tra una regione all’altra, bisognerà ancora attendere almeno al primo giugno ma questo allentamento dipenderà dalla situazione epidemiologica e dai dati raccolti nei prossimi giorni in base al monitoraggio del Ministero della Salute.

Inoltre dal 18 maggio con molta probabilità verrà eliminato il vincolo che consente gli spostamenti solo per visitare i congiunti, oltre ai classici motivi legati al lavoro e alla salute. Dunque potremmo rivedere i nostri amici e andare a cena. Un’altra novità riguarda i soggiorni nelle seconde case, sì agli spostamenti ma solo se si trovano nella regione di residenza.

Lunedì prossimo riapriranno i bar, i ristoranti e i parrucchieri ma ci saranno delle linee guida e regole rigide da seguire che saranno differenziate per regione a seconda dell’andamento della curva del contagio.

Se la curva dei contagi dovesse risalire, il Governo potrà intervenire per disporre nuove chiusure secondo quanto ha stabilito il Premier Giuseppe Conte, il Ministro Roberto Speranza, il Ministro Boccia ed i governatori.

Articolo originale pubblicato il 13 Maggio 2020

La discussione continua nel gruppo privato!