Durante il “Concertozzo di fine sfiga”, che ha riunito Elio e le storie tese, all’Arena Fiera di Bergamo, il figlio del frontman della band, Dante Belisari, 12 anni, ha parlato alla folla mostrandosi perfettamente a suo agio.

Il figlio di Elio, pseudonimo di Stefano Belisari, ha solo 12 anni ma ha lo spirito giocoso e ironico del padre, con lui sul palco a Bergamo durante il concerto che ha accolto 10mila persone accorse per vedere la reunion della rock band. Il ragazzo è salito sul palco insieme al suo amico Nico Acampora, l’inventore di Pizzaut, una pizzeria gestita da ragazzi autistici, riconoscibile dal celebre grembiule rosso.

Acampora ha invitato tutti a riflettere sul tema della sensibilizzazione verso il lavoro e l’autismo: spesso, infatti, i ragazzi autistici vengono tagliati fuori dal mondo del lavoro. “Anzi è proprio attraverso il lavoro“, ha rimarcato il fondatore di Pizzaut, “che questi ragazzi hanno scoperto altre caratteristiche della loro vita“.

Dopodiché Acampora ha passato il microfono al figlio di Elio, Dante Belisari, nonché suo aiutante nella pizzeria di Pizzaut.

Dante Belisari, bermuda e camicia fantasia, ha parlato dopo l’intervento di Acampora con un tono allegro e disinvolto, presentandosi e incitando la folla: “Ciao Bergamo, fatevi sentire! Il mio nome è Dante, il cognome è Belisari ma vabbè, a nessuno interessa, e sì, sono autistico e ne vado fiero”. La folla è esplosa in un fragoroso applauso, e quando è tornata in silenzio il ragazzo ha aggiunto “Godetevi lo spettacolo, vi lascio in pace. Ma per favore: rispettate tutte le persone autistiche“, e infine, come da vero figlio d’arte quale è, ha concluso il suo intervento con una celebre citazione del papà: “Perché la terra dei cachi è la terra dei cachi“.

Dante Belisari ha così rafforzato ed evidenziato perfettamente e con sensibilità il messaggio per il quale Elio aveva invitato l’amico Nico Acampora e i ragazzi di Pizzaut sul palco.

“L’autismo non è un dono. Ma può diventare un super potere”, parola di Greta Thunberg

Sul palco Elio e le storie tese hanno anche invitato due ragazzi di Pizzaut a suonare: Lorenzo e Andrea, camerieri nella pizzeria di Acampora con una grande passione per la musica.

Il concerto di Elio e le storie tese a Bergamo si è svolto a chiusura del progetto #insiemeperlamusica promosso dal Trio Medusa e Radio Deejay, in collaborazione con l’organizzazione internazionale umanitaria Cesvi.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!