Due fratelli di soli 12 e 13 anni sono arrivati ad accoltellare l’amante della mamma, un uomo di 45, organizzando l’aggressione con la complicità del padre. I primi fendenti sarebbero stati inferti, secondo quanto riporta il quotidiano Il Mattino, prima sotto casa ad opera del più piccolo, ma nel momento in cui la vittima ha tentato di fuggire sarebbero sopraggiunti il figlio più grande e il padre, che avrebbero continuato a sferrare altri colpi. L’episodio sarebbe avvenuto venerdì 12 agosto 2022.

Il 45enne è comunque riuscito a raggiungere il pronto soccorso di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, dove si sono svolti i fatti. Sulla base degli accertamenti medici, il 45enne avrebbe riportato ferite a una spalla, un braccio e un fianco: la prognosi sarebbe di 40 giorni, ma non risulta essere in pericolo di vita.

La vittima sarebbe particolarmente conosciuta in zona per la sua attività di attore e produttore teatrale, ambiente in cui avrebbe avuto modo di conoscere la sua attuale compagna, mamma ed ex moglie dei tre.

a

Microaggressioni: le violenze quotidiane che subiamo quasi senza accorgercene

Il padre è stato denunciato e deve rispondere delle accuse di lesioni personali aggravate e porto abusivo di arma da taglio, in concorso. I due fratelli, invece, data la maggiore età, non risultano essere imputabili.

I carabinieri sono già al lavoro per ricostruire con maggiore precisione dinamica dei fatti e movente. Sulla base delle prime ricostruzioni, la coppia sarebbe in fase di separazione già da qualche tempo, ma arrivare a una consensuale sembrerebbe essere piuttosto difficile. Il padre avrebbe così contribuito ad aizzare contro il nuovo compagno della donna i due figli, intenzionati a “vendicare” il genitore, arrivando a organizzare quella che potrebbe essere definita una spedizione punitiva.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!