logo
Galleria: “Il vostro affetto mi è arrivato tutto”, il primo messaggio di Lele Spedicato ai fan

"Il vostro affetto mi è arrivato tutto", il primo messaggio di Lele Spedicato ai fan

Emanuele Spedicato torna a far sentire la sua voce, per la prima volta dopo l'emorragia cerebrale del 17 settembre scorso. E Giuliano Sangiorgi si commuove.

Vi mando un caloroso e affettuoso abbraccio per ringraziarvi di tutto l’amore che mi avete dato in questi ultimi mesi. Volevo solo dirvi che mi è arrivato tutto, mi ha travolto, mi ha sostenuto e vi ringrazio con tutto il mio cuore di così tanto affetto. Grazie grazie grazie.

Poche, semplici parole che scatenano l’applauso del pubblico e fanno commuovere Giuliano Sangiorgi. Dopo i mesi passati in ospedale in seguito all’ictus che l’ha colpito il 17 settembre scorso, la lunga convalescenza e la terapia cui tuttora si sta sottoponendo, Lele Spedicato torna a far sentire la sua voce in pubblico per la prima volta. Sceglie di farlo con un messaggio registrato che l’amico frontman dei Negramaro fa ascoltare durante il Vanity Fair Stories (potete vedere il video a questo link).

Dopo la grande paura, i giorni in cui in molti temevano per la vita del chitarrista della band salentina, ricoverato nel reparto di rianimazione del Vito Fazzi di Lecce per oltre un mese, Spedicato è finalmente tornato a casa, e proprio pochi giorni dopo le sue dimissioni dall’ospedale la moglie, Clio Evans, ha dato alla luce il loro primo figlio, Ianko.

Proprio Clio, nelle settimane trascorse al capezzale del marito, aveva spesso postato sui social frasi molto dolci per dargli la forza di riprendersi, come questa, pubblicata in occasione dell’anniversario di matrimonio.

Un anno fa ci siamo promessi amore eterno. Lo rifarei altre mille volte amore mio.
La mia riconoscenza infinita va a Dio in primis e a tutto lo staff del reparto di rianimazione del Vito Fazzi di Lecce poi, per averti tirato fuori dal pericolo.
Grazie a @negramaroofficial per la continua presenza e alle mie rocce Cocco e Michela, è proprio vero che l’amicizia è il balsamo della vita… Grazie ancora a tutti coloro che mi hanno scritto, cercato, chiamato, sostenuto ogni giorno o anche una sola preziosissima volta. Siete importanti.
Che Dio vi benedica.
Auguri amore mio!
Che sia un nuovo inizio!

Sarebbe stata Clio stessa a trovare Lele nei pressi della piscina della loro casa in Salento, privo di sensi, il giorno in cui è stato colpito dall’emorragia cerebrale.

In tutti i giorni di angoscia passati, il gruppo di Lele non ha mai smesso di postare e condividere pensieri, immagini e dediche per l’amico; il 1° ottobre, ad esempio, i Negramaro avevano pubblicato un nuovo post sulla pagina Instagram ufficiale del gruppo per incoraggiare la ripresa di Lele

Anche Giuliano Sangiorgi, frontman della band salentina, ha mandato moltissimi messaggi all’amico durante la sua lotta tra la vita e la morte in ospedale, esternando tutte le sue preoccupazioni, ma soprattutto la speranza di poter vedere Lele tornare presto nel gruppo.

Torni tu e ritorneranno tutte le mie ossa.

Ha scritto Giuliano, mostrando una foto in bianco e nero di un affettuoso abbraccio fra lui e Lele, a riprova di quanto grande sia il legame di amicizia, prima ancora che professionale, che li unisce ormai da diciotto anni.

I messaggi per Lele

Negramaro, nelle ore immediatamente successive alla notizia hanno raggiunto Lecce per stare vicino all’amico e provare a dargli la forza necessaria per riprendersi e tornare a suonare. Sulla pagina Instagram ufficiale del gruppo, inoltre, Giuliano e compagni hanno ringraziato quanti, dal momento in cui si è diffusa la notizia dell’emorragia cerebrale che ha colpito il collega, hanno iniziato a mandare i propri messaggi di vicinanza attraverso l’hashtag #ForzaLele.

Inutile dire che il frontman dei Negramaro sia inoltre stato tra i primi a voler inviare un messaggio all’amico in ospedale, attraverso un toccante post Facebook.

Anche la pagina ufficiale del gruppo, su Twitter, ha ovviamente dedicato diversi post a Lele, da quello del 17 settembre, giorno in cui il musicista ha accusato l’emorragia

Fino a quello del 21 settembre, a quasi una settimana dal ricovero.

Ma moltissimi sono i personaggi che, all’uscita della notizia, hanno voluto mandare parole di incoraggiamento a Spedicato; in gallery abbiamo raccolto alcuni dei messaggi arrivati per Lele e raccontato qualcosa di lui.

“Il vostro affetto mi è arrivato tutto”, il primo messaggio di Lele Spedicato ai fan

"Il vostro affetto mi è arrivato tutto", il primo messaggio di Lele Spedicato ai fan
Foto 1 di 12
x
Rating: 4.7/5. Su un totale di 3 voti.
Attendere prego...