logo
Galleria: Le gambe d’oro di Lauren, amputate per un assorbente e che ora corrono la maratona

Le gambe d'oro di Lauren, amputate per un assorbente e che ora corrono la maratona

Dopo l'amputazione di entrambe le gambe a causa del TSS, la modella Lauren Wasser si sta preparando per la maratona di New York.

Le gambe d’oro di Lauren, amputate per un assorbente e che ora corrono la maratona

Le gambe d'oro di Lauren, amputate per un assorbente e che ora corrono la maratona
Foto 1 di 16
x

Abbiamo conosciuto Lauren Wasser quando raccontò la sua storia e l’incredibile e sfortunatissimo motivo per cui fu costretta a subire l’amputazione della gamba destra.

La modella di Los Angeles, nel 2012, ventiquattrenne, fu affetta da Sindrome da Shock Tossico (TSS), malattia estremamente rara e dagli effetti potenzialmente devastanti, causata dall’infezione batterica da Staphylococcus Aureus, contratta per lo più attraverso un uso non corretto degli assorbenti interni. Esattamente quello che capitò a lei, che proprio per questo motivo dovette imparare a costruire una nuova vita, senza la gamba amputata perché gravemente compromessa dall’infezione.

È davvero una forza della natura, che è riuscita a fare del suo handicap una motivazione per aiutare le altre donne ed è stata in grado di reinventarsi, senza rinunciare a nulla di ciò che le piaceva, dallo sport alle sfilate. Purtroppo, però, l’11 gennaio 2018 le è stata amputata anche la seconda gamba; un destino del quale aveva già parlato in un’intervista rilasciata a In-Style nel novembre 2017:

Ho una gamba d’oro di cui sono completamente orgogliosa, ma il mio piede sinistro ha un’ulcera aperta, è senza tallone e senza dita. Nel corso degli anni, il mio corpo ha prodotto molto calcio, il che fa sì che le mie ossa crescano su quel piede. Fondamentalmente, il mio cervello sta dicendo alle dita dei piedi di ricrescere, ed è arrivato al punto in cui ho bisogno di un intervento chirurgico per raschiare l’osso, perché diventa troppo insopportabile e doloroso camminare. Non riesco a bagnarmi il piede a causa dell’ulcera aperta.

In pochi mesi, inevitabilmente anche l’altra gamba mi verrà amputata.

Una sorte, insomma, a cui Lauren sembrava già preparata, ma tutt’altro che rassegnata. Infatti, da quel momento, non solo Lauren è diventata un’attivista impegnata in prima linea per evitare che altre donne possano subire il suo stesso destino – la sua famiglia ha fatto causa all’azienda produttrice dei tamponi, sulla cui confezione non erano riportati gli effetti collaterali – ma ha anche ripreso la sua carriera da modella, partecipando, tra le altre, alle recenti campagne per H&M e Adidas.

Inoltre, con le sue protesi d’oro, Lauren ha fatto sapere che si sta allenando per correre alla maratona di New York, che si terrà il prossimo 3 novembre.

Quella di farmi amputare anche la seconda gamba è stata la decisione migliore che abbia mai preso e l’ho fatto per me stessa – ha dichiarato al Today Show– Sono fortunata a essere viva e che questo non mi abbia uccisa e adesso il mio obiettivo è usare le piattaforme social per dare voce a quello che mi è successo e per aiutare e ispirare le persone che si trovano in situazioni simili alla mia.

Il suo è davvero un grandissimo esempio di forza di volontà e di desiderio di andare avanti con la vita, nonostante le difficoltà.

Rating: 3.7/5. Su un totale di 7 voti.
Attendere prego...