logo
Galleria: Luke Perry è morto

Luke Perry è morto

Luke Perry non ce l'ha fatta. La star di Beverly Hills, conosciuto per il ruolo del ribelle Dylan McKay, è morta in seguito all'ictus che lo ha colpito il 27 febbraio. Tra i tanti messaggi comparsi sui social in questi giorni, quelli di Shannen Doherty e di Jason Priestley.

Luke Perry è morto

Luke Perry è morto
Foto 1 di 14
x

Non ce l’ha fatta.

Luke Perry, colpito da ictus il 27 febbraio mentre si trovava nella sua casa di Sherman Oaks, in California, è morto al St. Joseph’s Hospital di Burbank, dove era ricoverato da mercoledì, subito dopo l’allerta data al 911, arrivata alle 9 circa di mattina, e il ricovero.

Da subito le sue condizioni sono apparse disperate, tanto che in uno degli ultimi bollettini medici l’équipe ospedaliera le aveva definite addirittura “devastanti”.

Luke lascia la compagna Wendy Madison Bauer, i due figli, Jack di 22 anni e Sophie di 19, nati dal matrimonio con l’attrice Rachel Sharp, sposata nel 1993 e dalla quale aveva divorziato nel 2003.

Le prime parole delle persone a lui vicino sono arrivate dal suo agente che, in un comunicato, ha scritto:

Accanto a lui c’erano tutti i familiari e gli amici più cari. La famiglia ringrazia per il sostegno e le preghiere di questi giorni, e chiede il rispetto della privacy in questo momento di grande dolore.

La notizia del malore di Perry era arrivata come una doccia gelata, proprio mentre gli altri membri del cast postavano sui rispettivi profili social le prime immagini del nuovo Beverly Hills 90210.

Luke, che probabilmente non avrebbe fatto parte della nuova serie di Beverly Hills per l’impegno in Riverdale, dove interpreta il padre del protagonista Archie, Fred Andrews, nel recente passato ha supportato moltissimo la collega Shannen Doherty, nella sua lotta contro il tumore al seno, e lei, come molti altri colleghi, aveva ricambiato l’affetto inviando un messaggio davvero bellissimo.

Al coro di coloro che hanno voluto inviare il proprio supporto all’attore nelle ultime ore anche Sharon Stone, che qualche anno fa fu vittima di un’emorragia cerebrale e di un infarto; nel corso di un evento benefico organizzato a Los Angeles dal Women’s Cancer Research Fund, la diva di Basic Instinct ha espresso il suo sostegno a Perry:

Gli auguro tutto il meglio, perché si può tornare indietro anche quando finisci nel baratro, ci si può riprendere dalle cose peggiori, e io sono qui per dimostrarlo.

Purtroppo, però, Luke non si è più ripreso, e oggi il mondo dello spettacolo, e chiunque sia cresciuto con il mito di Beverly Hills, lo piange. Fra i primi a esprimere il proprio cordoglio Ian Ziering ma, soprattutto, proprio Shannen Doherty.

Ieri mattina ho ricevuto una telefonata che mi ha devastata. Sto lottando per prendere coscienza di questa perdita e sto attraversando un periodo difficile con i miei pensieri. Ma il mio cuore va alla sua famiglia e ai suoi amici che sono stati benedetti dalla sua luce nelle loro (e mia) vite. Elaborare tutto questo è impossibile ora come ora.

A tre giorni dalla notizia, e dopo il silenzio social, anche Jason Priestley ha deciso di esprimere tutto il suo dolore tramite Instagram, pubblicando una foto di lui e Luke prima ai tempi di Beverly Hills, poi più recente.

Mi ci sono voluti un paio di giorni per capire come riuscire a scriverlo… Il mio caro amico da 29 anni, Luke Perry, era una di quelle persone davvero speciali a cui interessava davvero delle persone… Luke non era solo una star, era un luce incredibilmente luminosa che si è spenta troppo presto… Ed è per questo che io, e tanti altri, sono così in difficoltà oggi… Se aveste avuto la fortuna di conoscere Luke, o di aver mai incrociato la sua strada, so che anche voi oggi sareste così tristi… La candela che brucia due volte più luminosa brucia solo per metà.. E tu hai illuminato oh, così brillantemente Luke… Buonanotte Dolce Principe.

In gallery abbiamo riassunto la vicenda nei dettagli.

Rating: 4.2/5. Su un totale di 5 voti.
Attendere prego...