logo
Galleria: #PadManChallenge: le mestruazioni non sono una cosa di cui vergognarsi

#PadManChallenge: le mestruazioni non sono una cosa di cui vergognarsi

Nei social si sconfigge il tabù delle mestruazioni con una challenge virale #padmanchallenge: per partecipare basta un assorbente.

#PadManChallenge: le mestruazioni non sono una cosa di cui vergognarsi

#PadManChallenge: le mestruazioni non sono una cosa di cui vergognarsi
Foto 1 di 12
x

“Non c’è niente di vergognoso nell’avere un assorbente in mano, è naturale”, questo è il grido lanciato nei social dalla campagna #PadManChallenge che vuole infrangere il tabù delle mestruazioni attraverso una campagna virale su Instagram. Il gioco social social è molto semplice: postare una foto o un selfie dove si tiene in mano un assorbente.

Una provocazione che vuole fungere da detonatore per rompere il tabù delle mestruazioni e aumentare la consapevolezza sull’importanza di un’adeguata igiene intima durante il ciclo. Una sfida che ha raccolto già migliaia di adesioni ed è partita in concomitanza con l’uscita al cinema, in India, del film di Bollywood PadMan dove si narra la vita di Arunachalam Muruganantham, l’imprenditore indiano che ha dato vita a una macchina per creare assorbenti low-cost, sdoganando il ciclo mestruale in India.

Sono state le star di Bollywood le prime ad aderire all’iniziativa che vuole liberare le donne dalla vergogna del ciclo, il problema delle mestruazioni colpisce ancora molte ragazze e donne che vivono – soprattutto – in aree disagiate del paese. Secondo Unicef in Africa le ragazze evitano di uscire di casa e andare a scuola durante le mestruazioni e la situazione non è differente nemmeno in alcune zone dell’Asia. La povertà non dà infatti accesso agli assorbenti così molte donne sono costrette a usare stracci, foglie o sacchetti in plastica che non garantiscono un’igiene personale adeguata.

La sfida social ha superato i confini indiani anche grazie Natalia Vodianova, top model russa che nella sfida ha nominato le colleghe Emily Ratajkowski, Doutzen Kroes e Alexina Graham. La ragazza è da tempo impegnata in campagne contro il tabù del ciclo sostenendo progetti e app utili a vivere con naturalezza “quei giorni”.

Sfoglia la gallery per scoprire chi ha già deciso di prender parte alla #PadManChallenge.