logo
Galleria: Se i sacchetti della frutta a pagamento fossero un film

Se i sacchetti della frutta a pagamento fossero un film

Se i sacchetti della frutta a pagamento fossero un film
Foto 1 di 17
x

La questione dei sacchetti biodegradabili per frutta e verdura a pagamento sembra proprio non essere giunta al termine, anzi. In un altro articolo abbiamo già trattato come la nuova legge in vigore in Italia in questo inizio 2018 abbia mosso non poco il popolo dei social, fra chi si è indignato e propone tuttora di boicottare la nuova norma, etichettando singolarmente gli ortaggi e chi, invece, combatte a spada tratta  in difesa dell’ambiente, una tematica ben più importante di un sacchettino a 2 centesimi.

A oggi c’è però chi sorride con ironia alla questione attraverso un nuovo hashtag che, dopo l’iconico #sacchetti, sta letteralmente spopolando su Twitter: la parola in trend topic questa volta è #cinesacchetto e non sono altro che immagini irriverenti tratte da film e titoli di celebri pellicole, dove il protagonista indiscusso è proprio il fantomatico sacchetto biodegradabile a pagamento, tanto odiato. In fondo, una conseguenza simile era successa anche nel maggio 2017 dopo la proposta di matrimonio di Fedez alla fashion blogger Chiara Ferragni, dove gli utenti dei social si erano divertiti creando delle immagini davvero comiche per i futuri sposi:

Fedez e Chiara Ferragni si sposano: il web si scatena e si diverte

Fedez e Chiara Ferragni si sposano: il web si scatena e si diverte

Insomma, come spesso accade, quando i social alimentano l’ennesima sterile polemica, il web è anche in grado di controbilanciare con una bella dose di autoironia,