Con la morte della regina Elisabetta II se ne va un pezzo importantissimo della storia del ‘900; la sovrana britannica è stata amata ben oltre i confini del suo regno, per una serie di motivi, fra cui non possiamo non menzionare gli eccentrici look color pastello e la passione smodata, e ben nota, per i cani, in particolare per le razze corgi e dorgi, che a lungo l’hanno accompagnata.

Tutto fino al 2018, quando con la morte di Whisper, adottato nel 2016 dopo la morte del precedente padrone (un guardiacaccia di corte), the Queen decise di non avere più quattro zampe a Buckingham Palace.

La passione di Elisabetta II per questa razza di cane è nata ad appena diciotto anni, quando in occasione del suo compleanno le fu regalata Susan, subito protagonista di un curioso aneddoto proprio durante il viaggio di nozze della regina con Filippo: mentre i novelli sposi salivano sul treno per Broadlands, la corgi pensò bene di saltare fuori, venendo acciuffata solo dagli assistenti di palazzo.

La passione di Elisabetta per Filippo, quel ragazzo di cui scriveva nelle lettere

Susan morì nel 1959, e a lei la regina dedicò una tomba nel cimitero per animali domestici a Sandringham, sulla cui lapide si legge:

Susan, nata il 20 febbraio 1944 e morta il 26 gennaio 1959, per quasi 15 anni compagna fedele della Regina.

Secondo le fonti reali Elisabetta si innamorò dei Corgi a soli 7 anni, vedendone un esemplare da una coppia di amici di famiglia, e suo padre, il Duca di York, decise di contattare un’allevatrice, Thelma Gray, che portò alla famiglia tre cuccioli dai suoi allevamenti nel Surrey. Scelsero quello che venne poi chiamato Rozavel Golden Eagle, che divenne per tutti Dookie dopo che il personale dell’allevamento seppe chi sarebbe stato il suo proprietario.

Nel tempo ci furono molti cani che si susseguirono per le stanze di Buckingham Palace: Lady Jane, Sugar, Honey, Sherry, Whishy, Bee, Chipper, Brandy, Berry, Cider, Candy e Vulcan. La regina non mise mai in vendita i cuccioli nati dagli accoppiamenti: se non li teneva, li regalava ad amici e conoscenti.

Nel 2015 Elisabetta II ha perso l’amato Willow, e con la seguente morte di Whisper è arrivata anche la sua sofferta decisione di non prendere più alcun Corgi, tenendo quinid solo Candy e Vulcan, che sono però due dorgi, cioè incroci nati quando uno dei suoi corgi si accoppiò col bassotto della principessa Margaret, sua sorella. Il motivo della scelta della sovrana lo ha chiarito lei stessa all’epoca: aveva paura che, se fosse morta o le fosse successo qualcosa, nessuno avrebbe potuto più occuparsene, come già nel 2015 un portavoce aveva riferito:

I corgi sono cani tranquilli, ma i cuccioli sono particolarmente attivi. E lei ha paura di cadere, rompersi un braccio o una gamba e di non essere in grado di svolgere i suoi compiti per settimane o addirittura per mesi. Questo la renderebbe terribilmente infelice.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!