J.K. Rowling a sorpresa: svelato il luogo dov'è nato davvero Harry Potter - Roba da Donne

J.K. Rowling a sorpresa: svelato il luogo dov'è nato davvero Harry Potter

J.K. Rowling ha fatto una precisazione importante sul suo profilo Twitter: Harry Potter non è "nato" a Edimburgo.

Anche i fan più sfegatati di Harry Potter erano sicuri che “Harry Potter e la Pietra Filosofale” fosse nato all’Elephant House Café di Edimburgo. Poche ore fa J.K. Rowling ha precisato che non è un’informazione del tutto corretta. Che le primissime righe del primo libro sono state scritte altrove.

In un post su Twitter, infatti, la famosa scrittrice ha spiegato che nel bar di Edimburgo ha scritto tantissime righe del suo primo romanzo ma il ‘luogo di nascita’ del primo capitolo è un altro.

Ed è piuttosto lontano da Edimburgo. Le primissime parole di “Harry Potter e la Pietra Filosofale”, infatti, sono state scritte a Londra. “Il luogo di nascita, il posto dove per la prima volta ho messo la penna sul foglio e ho iniziato a scrivere Harry Potter non è l’Elephant House di Edimburgo”.

Quello che Emma Watson scrisse davvero mentre girava questa scena di Harry Potter

“È vero – prosegue la Rowling – lì ho scritto alcuni capitoli ma la prima volta che ci ho messo piede scrivevo Harry Potter già da anni. Il luogo di nascita, dove ho messo i primi mattoncini di Hogwarts è un appartamento di Londra in cui ero in affitto, a Clapham Junction. All’epoca al piano inferiore c’era un negozio di articoli sportivi”.

In passato la “madre” di Harry Potter aveva svelato anche dove le era venuta l’idea della saga: “Ero su un treno che andava da Manchester a Londra”. Proprio nella città del nord Inghilterra la Rowling ha invece avuto l’idea del Quidditch: era il 1991.

Ebbene sì: la Rowling ci ha messo parecchi anni prima di pubblicare il primo capitolo di Harry Potter, messo in commercio nel Regno Unito nel 1997 e in Italia nel 1998.

Molti fan della serie che visitano Edimburgo, infatti, visitano l’Elephant House convinti che lì sia “nato” il maghetto. Non è così: d’ora in avanti il “luogo di culto” sarà un appartamento come tanti nella zona Clapham Junction di Londra. Un luogo, chiaramente, non accessibile al pubblico.

Il magico mondo di Harry Potter non smette di stupirci. Ogni giorno scopriamo cose nuove: forse è anche per questo che la saga può definirsi già oggi un classico.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Rating: 4.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...