Jolanda Renga, primogenita di Francesco e Ambra Angiolini, è diventata da poco maggiorenne ed è sempre più presente sui social, al pari di molti coetanei. Recentemente ha confessato di essere stata oggetto di diverse critiche da parte di alcuni follower, che l’hanno definita “brutta” senza pensare a quanto questo possa fare male.

A distanza di qualche settimana, la ragazza si è sfogata in Tv, ospite di Verissimo, dove ha confessato quanto abbia sofferto per il comportamento di alcuni haters, che a volte approfittano dello schermo di un computer o di un telefono per dire apertamente quello che pensano.

“Sentirmi dire sei brutta, o non sei bella come tua mamma, mi ha fatto male. Ho capito che era una ferita aperta – ha raccontato a Silvia Toffanin -. Quando ho deciso di rendere pubblico il mio profilo Instagram l’ho fatto perché ho pensato potesse essere uno strumento utile per dire le cose a cui tengo. Aprendo il profilo sono arrivati i primi follower e con loro anche i primi commenti positivi e negativi. Un giorno ho visto un video che un ragazzo mi aveva dedicato per complimentarsi con me e per curiosità ho letto i commenti: mi hanno molto ferito e ho pianto per un’ora”. 

"Per anni mi hanno chiamata cessa": Aurora Ramazzotti sostiene Jolanda Renga

La 18enne, che ha ricevuto il sostegno anche di Aurora Ramazzotti (un’altra ragazza definita spesso più bella della mamma, Michelle Hunziker), è tornata così a parlare dello sfogo social che è poi diventato virale in breve tempo.

L’ho registrato di getto, senza chiedere consiglio ai mei genitori. Volevo fare qualcosa per me, ma anche per coloro che stavano vivendo una situazione simile alla mia. Ciò che mi ha reso davvero felice è stato conoscere le storie di ragazze e mamme che mi hanno ringraziato per quello che ho detto. È stata la vittoria più grande”. 

Quel video fatto da Jolanda Renga è stato apprezzato anche dai suoi genitori, orgogliosi di quanto lei sia cresciuta e abbia saputo affrontare con maturità le critiche sul suo aspetto fisico.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!