"Mia figlia non sarà con me": la delusione (e la gioia) di Laura Pausini per gli Oscar

Laura Pausini è partita per Los Angeles per la serata degli Oscar, dove è in lizza con la sua Io sì. Ma con grande dispiacere ha dovuto lasciare la figlia Paola a casa. "Colpa" delle restrizioni sul Covid.

Laura Pausini si prepara a vivere un’emozione unica: domenica notte si terrà infatti la cerimonia degli Oscar, due mesi dopo rispetto alla data “canonica”, in più location ( la Union Station e il classico Dolby Theatre a Los Angeles, ma potrebbero esserci anche collegamenti da Londra e Parigi) e, seppur più intima, comunque in presenza, e la cantante romagnola è in lizza per ricevere la statuetta per la Miglior canzone con la sua Io sì, inserita nel film La vita davanti a sé.

Laura si è dunque preparata a partire per Los Angeles, con un grande rammarico, nonostante la gioia del momento: non ha infatti potuto portare con sé l’amata figlia Paola, a causa delle rigide restrizioni imposte dal Covid negli USA, e ha espresso tutta la sua amarezza in un post Instagram.

Questo viaggio purtroppo non lo possiamo vivere con la nostra Paola. Viaggiare con bambini in America è praticamente impossibile a causa delle restrizioni. Non è stato facile ma ancora una volta è stata lei da vera stella di casa e a trovare le parole per farci partire sereni: ‘Preferisco rimanere a casa perché posso andare a scuola, posso vedere i miei amici e stare coi nonni. Partire con voi mi obbligherebbe a stare in casa per 10 giorni, preferisco guardarvi in tv e fare il tifo per voi con @lilaebbasta !’. La partenza non è stata comunque facile per me, avrei desiderato averla con me in un momento così importante. Ma ogni giorno imparo da lei, la sua allegria e la sua forza mi fanno capire che si, sono una mamma tanto fortunata!

Nonostante il dispiacere, Laura sa di avere una figlia molto matura e responsabile, a dispetto della giovane età, che la supporterà da lontano, sperando in un bis, dopo il trionfo ai Golden Globe.

Laura Pausini: i 5 grandi amori di una donna innamorata

L’attesa per gli Oscar, dunque, sale: chissà che Laura non possa riportare una gioia in Italia, dopo quattro anni di assenza; gli ultimi Oscar ufficiali sono infatti datati 2017, e sono andati a A Gianluca Dentici per i Migliori effetti visivi per Il Libro della Giungla e ad Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini per Suicide Squad, come Miglior trucco e acconciatura. Per trovare la premiazione di un musicista italiano bisogna invece tornare al 2016, con l’Oscar al grande Ennio Morricone come Miglior colonna per The Hateful Eight.

La discussione continua nel gruppo privato!