Martedì 16 novembre è andata in onda la puntata de Le Iene con Elena Santarelli, che ha affiancato Nicola Savino (e ha sostituito all’ultimo momento Ornella Vanoni) come conduttrice per una sera. Nel corso della serata, un servizio in particolare ha suscitato grande scalpore: Alice Martinelli ha infatti smascherato un ginecologo che affermava di poter guarire il papilloma virus tramite rapporti sessuali.

Si tratta di un medico di Bari, molto noto nella sua città ma anche a livello internazionale: pare infatti che sia autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Nulla a che vedere con le menzogne prive di fondamento con cui ha convinto molte delle sue pazienti ad avere rapporti con lui. Le Iene sono venute a conoscenza di questo fatto grazie alla testimonianza di una ragazza, Annamaria, che ha raccontato di essersi rivolta al dottore per una normale visita ginecologica.

Lui, però, le ha diagnosticato il papilloma virus: una malattia che in realtà la ragazza non ha mai avuto, come confermato da esami medici decisamente più attendibili. Il medico le ha poi offerto di seguirlo in una camera d’albergo in cui continuare la visita, come fa con tutte le sue pazienti. È infatti riuscito a convincere molte di queste che lui, essendo vaccinato contro il papilloma virus, avrebbe potuto guarirle attraverso rapporti sessuali completi, in modo da sviluppare gli anticorpi necessari.

Aborto: la risposta di Alfonso Signorini e le parole de Le Iene

Le Iene, quindi, hanno mandato un’attrice: come prevedibile, dopo la prima visita in studio, anche a lei il ginecologo propone di spostarsi in hotel. “Ti bonifichi come difesa da altri partner. Sarei un pazzo se non avessi avuto risultati. Ho salvato tante donne, tutte le persone con cui ho avuto contatti si sono negativizzate“, si sente dal video che segretamente l’attrice ha registrato. A quel punto, però, Alice Martinelli  è intervenuta per smascherare una volta per tutte il medico barese, il quale è stato denunciato all’Ordine dei Medici.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!