*** Aggiornamento del 26 luglio 2021 ***

Macaulay Culkin oggi sembra aver definitivamente sconfitto i demoni del passato. Diventato padre del suo primo figlio, chiamato Dakota, l’ex bambino prodigio di Mamma ho perso l’aereo ha raccontato, anni fa, i non idilliaci rapporti con il suo, di padre, e il periodo difficile vissuto proprio a causa di questo rapporto turbolento, come vi abbiamo raccontato nell’articolo originale, che segue.

Macaulay Culkin è diventato papà: perché il suo primo figlio porta un nome speciale

*** Articolo originale ***

Macaulay Culkin, l’attore che nel 1990 prestò il volto a quell’indimenticabile Kevin McCallister di Mamma, ho perso l’aereo, dopo il grande e inaspettato successo ha vissuto un periodo davvero complicato, e, se il rapporto con il padre Kit è stato compromesso irrimediabilmente da quell’ondata di popolarità imprevista e dalla ricchezza, a salvarlo è stato invece l’amicizia con Michael Jackson, come a lui stesso raccontato durante un’intervista ai microfoni del podcast WTF.

Se la commedia per famiglie Mamma, ho perso l’aereo ha fatto ridere milioni di telespettatori in tutto il mondo, durante le riprese della pellicola per Kevin-Macaulay le giornate erano tutt’altro che divertenti.

Sembra infatti, come racconta Culkin a Wtf, che il padre minacciasse di picchiarlo se non avesse recitato bene. Diversi anche gli episodi di gelosia del padre, che seguitava a ripetere: “Ogni cosa che aveva provato a fare nella vita io l’avevo già fatta in modo eccellente prima di aver compiuto dieci anni”.

Il dettaglio di "Mamma ho perso l'aereo" che spiega perché Kevin resta a casa da solo

Con il successo cinematografico di Macaulay il rapporto con il padre peggiorò sempre di più, a tal punto che, a 15 anni, l’enfant prodige dovette fare causa ai genitori per ottenere la gestione del suo patrimonio, stimato a circa 17 milioni di dollari e guadagnato con i film in cui ha recitato come protagonista (da Mamma ho perso l’aereo a Richie Rich).

Nel 2020, inoltre, l’attore è entrato maggiormente nel detaglio, raccontando gli abusi subiti dal padre.

Era abusivo sia mentalmente che fisicamente. Stavo facendo Dio sa quanti soldi, e Kit mi faceva dormire sul divano, solo perché poteva. Solo per farmi sapere chi comandava, per farmi capire che se lui non voleva che dormissi su un letto non ci avrei dormito.

C’è stato inoltre un episodio in cui Macaulay ha denunciato il padre, responsabile di aver picchiato lui e sua madre, Patricia, da cui successivamente si è separato.

Kit e mia madre si stavano separando – ha aggiunto – Io avevo milioni e milioni di dollari in banca e mia madre non poteva pagare l’affitto perché stava spendendo tutto per pagare gli avvocati. L’unico modo per poter accedere a quei soldi era staccarmi da mio padre e così mi sono emancipato.

Molto positivo, invece, il ricordo dell’amico Michael Jackson (scomparso il 25 giugno 2009), che l’ex attore bambino ha conosciuto durante le riprese del film del 1993 George Balanchine – Lo Schiaccianoci. Un legame speciale quello tra lui e il re del pop, un rapporto che definisce legittimo.

Gli piaceva essere un bambino. Gli piaceva essere un bambino quando si rapportava con me. Gli piaceva stare con i bambini e non mi è mai sembrato strano.

Ha spiegato Culkin ai microfoni di Wtf. Non a caso, dopo la scomparsa del re del pop l’attore è rimasto molto legato alla figlia di lui, Paris.

Quel tatuaggio gemello per la figlia di Michael Jackson e l'ex bimbo di "Mamma ho perso l'aereo"
9

Oggi cosa fa Macaulay Culkin? L’ex attore bambino ha detto addio al mondo del cinema e si dedica alla scrittura e alla pittura. Un’altra delle attività che ama fare è camminare di notte, quando non c’è nessuno per strada e quindi può tranquillamente passare inosservato.

Articolo originale pubblicato il 26 Gennaio 2018

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!