logo
Stai leggendo: Macaulay Culkin si racconta: il padre violento e l’amicizia con Michael Jackson

Macaulay Culkin si racconta: il padre violento e l'amicizia con Michael Jackson

Macaulay Culkin di "Mamma, ho perso l'aereo" si racconta in un'intervista parlando del difficile rapporto con il padre Kit e dell'amicizia con Michael Jackson.

Macaulay Culkin, l’attore che nel 1990 prestò il volto a quell’indimenticabile Kevin McCallister di Mamma, ho perso l’aereo, si racconta in un’intervista ai microfoni del podcast WTF parlando del difficile rapporto con il padre Kit e dell’amicizia con Michael Jackson.

Se la commedia per famiglie Mamma, ho perso l’aereo ha fatto ridere milioni di telespettatori in tutto il mondo, durante le riprese della pellicola per Kevin-Macaulay le giornate erano tutt’altro che divertenti.

Sembra infatti, come racconta Culkin a Wtf, che il padre minacciasse di picchiarlo se non avesse recitato bene. Diversi anche gli episodi di gelosia del padre, che seguitava a ripetere: “Ogni cosa che aveva provato a fare nella vita io l’avevo già fatta in modo eccellente prima di aver compiuto dieci anni”.

Con il successo cinematografico di Macaulay il rapporto con il padre peggiorò sempre di più, a tal punto che, a 15 anni, l’enfant prodige dovette fare causa ai genitori per ottenere la gestione del suo patrimonio, stimato a circa 17 milioni di dollari e guadagnato con i film in cui ha recitato come protagonista (da Mamma ho perso l’aereo a Richie Rich).

Molto positivo, invece, il ricordo dell’amico Michael Jackson (scomparso il 25 giugno 2009), che l’ex attore bambino ha conosciuto durante le riprese del film del 1993 George Balanchine – Lo Schiaccianoci. Un legame speciale quello tra lui e il re del pop, un rapporto che definisce legittimo.

“Gli piaceva essere un bambino. Gli piaceva essere un bambino quando si rapportava con me. Gli piaceva stare con i bambini e non mi è mai sembrato strano”, spiega Macaulay Culkin ai microfoni di Wtf

Oggi cosa fa Macaulay Culkin? L’ex attore bambino ha detto addio al mondo del cinema e si dedica alla scrittura e alla pittura. Un’altra delle attività che ama fare è camminare di notte, quando non c’è nessuno per strada e quindi può tranquillamente passare inosservato.