Mattia Caruso ucciso con un coltello: la fidanzata Valentina Boscaro confessa

La donna è stata arrestata con l'accusa di omicidio per aver accoltellato il 30enne di Albignasego (Padova) nella notte fra il 25 e il 26 settembre 2022. La sua ricostruzione iniziale non aveva convinto gli inquirenti.

Valentina Boscaro ha confessato di avere ucciso il fidanzato Mattia Caruso nella notte fra domenica 25 e lunedì 26 settembre 2022 con un coltello a serramanico. La ricostruzione che aveva fornito inizialmente la donna non aveva convinto del tutto gli inquirenti e ora, dopo aver ammesso di aver accoltellato il 30enne di Albignasego (Padova), è stata arrestata con l’accusa di omicidio.

"Ho ucciso mia figlia": le parole intercettate del padre di Saman

I due si trovavano insieme ai Laghi di Sant’Antonio, tra i comuni di Montegrotto Terme e Torreglia nel padovano. Mattia Caruso sarebbe stato ucciso in seguito a una lite violenta e a un’aggressione avvenuta fuori da un locale della zona. Nonostante la grave ferita l’uomo era riuscito a mettersi in macchina, accasciandosi per terra poco dopo, esanime. Boscaro si trovava in macchina con lui, quando alcuni passanti si erano accorti del corpo, rannicchiato in una vistosa pozzanghera di sangue.

Inutile era stato l’intervento dei soccorsi, che avevano portato d’urgenza Caruso in ospedale, deceduto a pochi istanti dal suo ricovero nella struttura. Nel frattempo i carabinieri, che erano giunti sul luogo del delitto, avevano ascoltato i presenti, compresa Valentina Boscaro. La fidanzata non era riuscita però a convincerli del tutto con la sua versione dei fatti, secondo cui il responsabile dell’omicidio sarebbe stato un terzo con cui Caruso aveva litigato all’esterno del locale, dove si stavano divertendo centinaia di persone.

Solo in seguito, nell’interrogatorio in caserma, la donna avrebbe ammesso di aver commesso il crimine, ma le ragioni per cui l’avrebbe fatto rimangono ancora ignote.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!