diredonna network
logo
Stai leggendo: Medico salva la mamma dal cancro, bimbo gli dona i suoi risparmi per la ricerca

Medico salva la mamma dal cancro, bimbo gli dona i suoi risparmi per la ricerca

Una bellissima storia che arriva direttamente dal Dipartimento di Senologia dell'Istituto Europeo di Oncologia di Milano e che ha soprattutto un lieto fine.
donazione di un bimbo

“Stamattina il figlio di una mia paziente di 5 anni mi ha dato questo biglietto per ringraziarmi delle cure alla sua mamma e dentro c’erano i suoi risparmi che ha voluto donarmi per la ricerca sul cancro. Mi veniva da piangere!, questo il messaggio del dottor Pietro Caldarella dell’Istituto Europeo di Oncologia che, con un post su Facebook con tanto di foto, ha voluto ringraziare il figlio di una sua paziente. Un bimbo dal cuore d’oro che, per ringraziare l’ospedale che ha salvato sua mamma da una terribile malattia, ha deciso di donare tutto ciò che aveva, ovvero tutti i suoi risparmi. E li ha messi in una busta da recapitare al dottore dello IEO.

Una bellissima storia che arriva direttamente dal Dipartimento di Senologia dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano e che ha un lieto fine: non solo la donna è stata curata, e adesso è sana e salva, ma il figlio si è persino spinto oltre, mandando i suoi risparmi all’ospedale a un anno di distanza dall’operazione al seno per la rimozione di un tumore di sua madre, una paziente sarda di 35 anni che adesso gode di buona salute.

Il piccolo ha solo 5 anni ma ha già le idee chiare e soprattutto un grande cuore: ha capito l’importanza della ricerca, il ruolo e la bravura dei medici che hanno avuto in cura la madre e che l’hanno salvata. E così per ringraziarli ha pensato bene di rinunciare a tutto quello che possedeva. Ha preso i pochi centesimi che si era raccolto in questi mesi e li ha messi in una busta con su scritto “Caro Caldarella” e poi “da Giovanni”.

Un piccolo gesto, apprezzatissimo, che ha commosso il dottore (“Mi veniva da piangere!” ha scritto) il quale ha subito pensato di condividere questa gioia sui social network, su Facebook.