logo
Stai leggendo: Mentre la figlia muore, le rubano il pc con tutte le loro foto: l’appello di Natalie

Mentre la figlia muore, le rubano il pc con tutte le loro foto: l'appello di Natalie

Daisy era affetta da una forma molto rara di cancro: con lei, in ospedale, c'era la madre Natalie. Nel loro appartamento, intanto, i ladri le stavano rubando tutto: persino il pc con le foto.
daisy morta per cancro

È una storia di dolore e rabbia quella che arriva dalla Gran Bretagna e che vede protagonista una 15enne, Daisy Elbrow, e sua madre Natalie Elbrow. La ragazzina, infatti, si trovava in ospedale dove stava trascorrendo gli ultimi giorni di vita: una forma molto rara di cancro l’aveva sconfitta, le aveva tolto ogni forza. Con lei c’era la madre che non l’ha mai lasciata un attimo da sola, standole accanto fino a quando non ha esalato l’ultimo respiro. I ladri, allora, ne hanno approfittato per fare irruzione nel loro appartamento e per rubare ogni cosa. Senza scrupoli, senza rispettare il loro profondo dolore.

Entrando nella loro casa a Dorset, in Gran Bretagna, hanno portato via tutto e soprattutto un bene preziosissimo per mamma e figlia: il loro pc, pieno delle foto della figlia che, ora più che mai, Natalie Elbrow vuole riavere a tutti i costi. Questo il racconto che la donna, segnata dalla perdita della figlia a 15 anni, ha fatto al Daily Mail:

“Daisy era una vera guerriera. Ha combattuto contro il cancro fino alla fine, era così coraggiosa. Passava più tempo in ospedale che fuori e quel computer significava tutto per lei, era la sua finestra sul mondo”.

La 15enne, costretta a stare in ospedale, trascorreva molte ore al pc sul quale aveva archiviato i ricordi più belli della sua vita, quelli che la madre avrebbe potuto rivedere una volta deceduta. E, invece, il suo Macbook Air – che era stato regalato alla ragazzina grazie ad una raccolta fondi – è stato rubato.

E non è finita qui: i ladri, senza scrupoli, le hanno sottratto pure la console di videogiochi, un braccialetto di Daisy e ovviamente i contanti che la madre aveva messo da parte. A chiedere che quel pc – carico di ricordi e foto – torni indietro è la polizia di Dorset che ha lanciato un appello: alcuni utenti si sono detti disponibili a dare una ricompensa ai ladri.