logo
Stai leggendo: Molestie, anche Cate Blanchett accusa Harvey Weinstein

Molestie, anche Cate Blanchett accusa Harvey Weinstein

Lo scandalo, quello che ha coinvolto il produttore Weinstein, è scoppiato nell'ottobre del 2017 quando due importanti quotidiani come "New York Times" e "New Yorker" hanno iniziato a scoprire alcune vicende inquietanti.

Non c’è pace per Harvey Weinstein, ancora una volta accusato di molestie dalle attrici. L’ultima è Cate Blanchett che ha deciso di unirsi al coro del movimento #MeToo: nel corso di un’intervista a “Variety”, infatti, ha ammesso di aver subito molestie da parte del noto produttore ed ex boss di Miramax. “Si è comportato in modo non ha appropriato. Voglio vedere uomini come lui sotto processo” ha tuonato. Quando l’intervistatore le ha chiesto se anche lei fosse stata vittima di Weinstein, la Blanchett ha risposto di sì e ha aggiunto:

Mi dava un brutto feeling. Mi diceva spesso: ‘Non siamo amici’. Semplicemente perché non facevo quello che mi chiedeva di fare.

Un’attrice amatissima nel mondo con un curriculum di tutto rispetto. Ha recitato in “The Aviator” (2004), “The Shipping News – Ombre dal profondo” (2011) e “Carol” (2015), tra l’altro prodotti proprio da Weinstein. È stata una delle sostenitrici del movimento “Time’s Up” ma a “Variety” è la prima volta che affronta questo argomento così delicato, che confessa di essere stata una delle vittime di Weinstein anche se, in effetti, non è mai andata nel dettaglio spiegando cosa sarebbe accaduto tra i due.

Queste ancora le parole della Blanchett:

Purtroppo è tipico di certi uomini. Li voglio vedere sotto processo. Dobbiamo stabilire precedenti legali.

Lo scandalo, quello che ha coinvolto il produttore Weinstein, è scoppiato nell’ottobre del 2017 quando due importanti quotidiani come “New York Times” e “New Yorker” hanno iniziato a scoprire alcune vicende inquietanti che hanno coinvolto grandi attrici, conosciute in tutto il mondo, riuscendo persino a mandare in bancarotta gli studi della Weinstein Company che intanto sono stati venduti a una società di private equity. In totale sono 70 le donne che hanno accusato l’ex produttore di molestie: adesso sarà la magistratura a dover far luce su quanto effettivamente accaduto nel dorato ma complesso mondo dello spettacolo.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...