Attimi di paura a Budapest, dove dal 18 giugno al 3 luglio 2022 si sta svolgendo la 19esima edizione dei Campionati mondiali di nuoto. Nel corso della finale del singolo libero di nuoto sincronizzato, l’atleta statunitense Anita Alvarez è stata colta da un malore e ha perso i sensi subito dopo aver terminato il proprio esercizio. È rimasta sott’acqua per alcuni secondi, fino a quando non è arrivata la sua allenatrice, che si è tuffata nella vasca per soccorrerla.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da RTVE Noticias (@rtvenoticias)

L’allenatrice del team Usa, insieme all’aiuto di un’altra persona altrettanto decisiva, è riuscita a portare la sincronette fuori dall’acqua, a bordo vasca. A quel punto sono intervenuti i medici e i paramedici, che l’hanno trasportata in infermeria, dove è stata dichiarata fuori pericolo.

Federica Pellegrini e il dibattito sugli atleti transgender: "Lo sport si occupi di loro"

Dopo essersi ripresa, Alvarez è riuscita a tornare sul piano vasca e ha rassicurato gli spettatori presenti alla Szechy pool (ma anche quelli che stavano seguendo la competizione da casa) sulle proprie condizioni di salute.

Quando Anita Alvarez – 25enne con all’attivo anche una partecipazione ai giochi olimpici di Tokyo – è tornata con la sua squadra, nel gruppo degli Stati Uniti, è stata accolta da un enorme abbraccio da parte di tutto lo staff, tra gli applausi delle atleti presenti nella piscina di allenamento.

Una gara che per l’Italia si è conclusa con il quarto posto dell’azzurra Linda Cerruti, che ha ottenuto un punteggio pari a 90.9667. Medaglia d’oro per la giapponese Yukiko Inui. Secondo posto e medaglia d’argento per l’atleta ucraina Marta Fiedina, campionessa d’Europa, mentre il bronzo è andato invece alla greca Evangelia Platanioti.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!