San Bassiano piange la perdita della sua stella, Elena Xausa, originaria di Marostica, scomparsa a soli 38 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro. L’illustratrice era diventata una personalità di spicco nella grafica e nell’illustrazione.

Elena Xausa si è formata allo Iuav di Venezia e poi aveva lavorato tra Berlino e New York, facendo decollare la sua carriera disegnando illustrazioni per testate giornalistiche d’oltreoceano come il New York Times, il Washington Post, il New Yorker, The Economist e Vogue.

Il New York Times le ha dedicato un trafiletto dal titolo “Una perdita nella famiglia Worldplay“, in un articolo di Deb Amlen, che racconta del suo primo incontro con Xausa: “È stata gentile e incredibilmente generosa con il suo tempo: quando mio figlio maggiore ha espresso l’interesse a diventare un illustratore dopo l’università, la signora Xausa è diventata un’accanita sostenitrice e consigliera“, e poi, in italiano, “Auguri, Elena“, corredando il trafiletto con una sua illustrazione.

Xausa è morta pochi mesi dopo aver sposato il suo compagno Lorenzo Fonda, con cui condivideva l’amore per l’arte e con cui aveva mosso i primi passi a New York. Fonda, che di professione è un videomaker, le ha dedicato un toccante post sul suo profilo Instagram, in cui esprime tutto il suo dolore e il suo amore per la moglie. “Il mio pianeta, la mia luna, la mia galassia, il mio universo. Il mio tutto“, scrive Fonda. “Il tuo viaggio è tutt’altro che finito. Il tuo tutto continuerà a toccare me e le migliaia di persone che ti hanno amata e che ti hanno vista come un esempio di ciò che un bellissimo essere umano dovrebbe essere“.

Elena Xausa è conosciuta per i suoi lavori dai colori accesi, le linee pulite, lo stile inconfondibile, il messaggio chiaro e penetrante. I suoi lavori sono stati esposti al museo civico di San Bassiano in una mostra l’anno scorso, che comprendeva oltre 70 opere, intitolata “Coming Home“.

L’assessore bassanese alla cultura, Giovannella Cabion, ha detto alla stampa: “Nel dolore di questi momenti abbiamo la piccola consolazione di aver tradotto la sua gioia di vivere in una mostra che è stata tra i momenti più alti del 2021“.

"Vaccini per curare il cancro possibili entro il 2030", secondo i 'coniugi BioNTech'

In seguito al successo dell’esposizione le erano stati commissionati la grafica dei piatti ornamentali che spettano ai vincitori del S. Bassiano e il restyling delle locandine di Operaestate festival, che sono stati due tra i suoi ultimi lavori.

I suoi lavori, hanno detto i genitori di Xausa alla stampa, “sono raccolti nel sito che porta il suo nome. In questo modo, di lei resterà un ricordo visibile“.

I funerali di Elena Xausa si terranno giovedì 1 dicembre alle 15 nella chiesa di S. Maria Assunta, a Marostica.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!