logo
Stai leggendo: Nicola Mendelsohn: “Ho un cancro incurabile: non si può controllare tutto, ma combattere sì”

Nicola Mendelsohn: "Ho un cancro incurabile: non si può controllare tutto, ma combattere sì"

Nicola Mendelsohn, vicepresidente di Facebook per l'Europa, ha annunciato in occasione di World Cancer Day di soffrire di un cancro incurabile.

In occasione del World Cancer Day che si celebrava ieri, la numero uno di Facebook Europa, Nicola Mendelsohn, top manager di Facebook, ha fatto un annuncio shock. La donna ha infatti dichiarato alla stampa di soffrire di un cancro incurabile a sviluppo lento che colpisce i globuli bianchi: il linfoma follicolare, che le è stato diagnosticato circa un anno fa.

La donna, sposata con il politico Lord Mendelsohn e madre di 4 figli ha deciso di svelare la sua malattia al pubblico, con l’obiettivo di far conoscere meglio la patologia di cui soffre e stimolarne la ricerca di una cura.

Attualmente la donna è il vicepresidente di Facebook per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa, ruolo che ricopre dal 2013. La brutta notizia – raccontata al The Times – l’ha ricevuta precisamente nel novembre del 2016, dopo una visita fatta in seguito alla scoperta di un piccolo nodulo all’inguine, grande meno mezzo centimetro.

Parlo spesso di come le persone possono cogliere il proprio destino – scrive su Facebook Nicola -, quindi è difficile ricordare che ci sono cose che non puoi controllare. Poco più di un anno fa mi è stato diagnosticato un linfoma follicolare – un tumore a sviluppo lento dei globuli bianchi che non è raro e che non ha cura. È una malattia piuttosto sconosciuta ed è per questo che ho deciso di sensibilizzare raccontando la mia storia nella speranza di guidare la ricerca e di comprenderla meglio.

Sono incredibilmente fortunata che adesso sono perlopiù senza sintomi, e sono grata a tutte quelle persone che sono state così generose e solidali quando avevo più bisogno di loro. In particolare voglio ringraziare tutte le persone del gruppo Facebook Living with Follicular Lymphoma, che ho trovato pochi mesi dopo la mia diagnosi e che mi rivolge alla solidarietà e a consigli di oltre 3.500 persone che stanno vivendo esperienze simili.

Nel nostro gruppo a volte ci riferiamo a noi stessi come guerrieri. Oggi, in occasione della Giornata mondiale contro il cancro, desidero augurare a ogni guerriero e ai suoi cari la forza di continuare a combattere. #WeCanICan #WorldCancerDay.

 

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...