Aida Patria Mercedes, Maria Argentina Minerva Antonia Maria Teresa Mirabal. Questi sono i nomi delle sorelle Mirabal, chiamate spesso sorelle “Las Mariposas”, “Le Farfalle“, che nacquero a Ojo de Agua in provincia di Salcedo nella Repubblica Dominicana.

Le tre sorelle nacquero tra il 1924 e il 1935 da una famiglia benestante. Tutte loro si opposero ferocemente alla dittatura di Rafael Leónidas Trujillo, che per trent’anni, in quella che gli storici chiamano l'”era di Trujillo“, sottomise il suo Paese tramite la dura repressione dell’opposizione e l’intenso sfruttamento della forza lavoro. Il governo di Trujillo è considerato come una tra le dittature latine più sanguinose dell’età contemporanea, come riporta Lospiegone: sotto la sua dittatura morirono circa 50.000 persone.

Le sorelle Mirabal scelsero, come nome di battaglia, Las Mariposas, un nome con cui tutt’ora il mondo le ricorda.

Il 25 novembre 1960 le sorelle Maria Argentina Minerva e Antonia Maria Teresa Mirabal andarono a trovare i loro mariti detenuti in carcere: anche la sorella maggiore, nonostante suo marito fosse rinchiuso in un altro carcere, decise di accompagnarle, ignorando le preghiere della madre che temeva potesse succedere qualcosa di brutto.

Purtroppo le sensazioni della madre erano giuste: le tre donne furono portate nei campi, uccise a bastonate e poi riportate in macchina e spinte in un burrone, per simulare una loro morte casuale. Se Trujillo pensava di aver tolto di mezzo un problema, uccidendo Las Mariposas, si sbagliava enormemente.

Il loro brutale omicidio, infatti, risvegliò la coscienza e l’indignazione del popolo dominicano e portò nel 1961 all’assassinio di Trujillo e successivamente alla fine della sua dittatura.

In onore delle sorelle Mirabal, che morirono perché si opposero alla tirannia di Trujillo, il 25 novembre 1981 si tenne la prima Conferenza di Donne Latinoamericane a Bogotà, in Colombia. In quella occasione fu proclamata la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.

La data viene osservata ancora oggi. In ricordo del loro sacrificio simbolo di libertà e di opposizione alla tirannia, infatti, nel 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha ufficializzato il 25 novembre come Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza contro le Donne.

India, la violenza sulle donne della comunità Dalit, gli ex 'intoccabili'

L’unica sorella Mirabal sopravvissuta, Bélgica Adela Mirabal-Reyes, che non andò con le sorelle quel 25 novembre, è morta per cause naturali nel 2014.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!