L’Ema (Agenzia Europea del Farmaco) ha reso noto, dopo gli studi effettuati, che il Paxlovid di Pfizer sia un adeguato trattamento per il Covid negli adulti e ora il prodotto è in commercio condizionato.

Paxlovid ha il potenziale per fare davvero la differenza per le persone ad alto rischio di progressione verso il Covid grave“, ha commentato alla stampa la commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides.

Il Paxlovid, primo antivirale per via orale a uso domestico, è raccomandato quindi negli adulti che non hanno bisogno di ossigeno supplementare, ma che rischiano una progressione grave della malattia. Secondo gli studi condivisi in una nota da Ema, il trattamento con Paxlovid ha ridotto significativamente i ricoveri o i decessi nei pazienti che hanno almeno una condizione che li mette a rischio di Covid grave.

Durante i test, la maggior parte dei pazienti era stata infettata dalla variante Delta, ma Ema ha fatto sapere che Paxlovid è attivo anche contro Omicron e tutte le altre varianti. Secondo quanto rilevato da Ema, i benefici del medicinale sono maggiori dei suoi rischi e adesso invierà le sue raccomandazioni alla Commissione europea per una decisione rapida che permetta di condividere il farmaco in tutti gli Stati membri dell’Ue.

Ma quali sono gli effetti collaterali di Paxlovid? Ema ha assicurato, nella nota condivisa con la stampa, che gli effetti collaterali del farmaco anti-covid sono stati lievi, nella maggioranza dei pazienti. Adesso si aspetta solo il via della Commissione europea.

Il Paxlovid, comunque, non è l’unico farmaco anti-covid che i medici hanno approvato. Secondo quanto riportato alla stampa dalla commissaria Ue alla Salute Stella Kyriakides, infatti, con Paxlovid sono 6 i farmaci approvati per il trattamento del Covid-19, e ha aggiunto che altri saranno in arrivo nelle prossime settimane.

Pillola anti-Covid, ora anche in Italia: come prenderla e 4 cose da sapere

Inoltre, l’azienda farmaceutica Moderna e la International Aids Vaccine Initiative (Iavi) hanno annunciato che partirà a breve la sperimentazione di un vaccino anti-Aids basato sulla stessa tecnologia a mRna utilizzata per i vaccini anti-Covid. I test si svolgeranno in quattro sedi negli Stati Uniti e saranno reclutati 56 volontari adulti sani e Hiv-negativi.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!