Reddito di emergenza, aumenti in arrivo: fino a 840 al mese

Reddito di emergenza, aumenti in arrivo: fino a 840 al mese

Il reddito d’emergenza può raggiungere gli 840 euro al mese: i requisiti e come richiederlo.

Nella misura prevista dal Decreto Rilancio, l’importo del Reddito di Emergenza può arrivare fino a 840 euro al mese per due mesi nel caso in cui il nucleo familiare sia composto da due adulti, due minorenni e da un componente che abbia disabilità. Entro il 30 giugno 2020 è possibile fare domanda all’Inps.

Questa nuova misura contenuta nel Decreto Rilancio è destinata a quelle famiglie che non hanno usufruito di altre indennità Covid e che non abbiano un reddito o una pensione, per questo motivo l’importo che spetta può raggiungere gli 840 euro per due mesi.

Invece per una famiglia composta da almeno quattro persone, il Reddito di Emergenza sarà di 800 euro, come si legge nella circolare dell’Inps che ha voluto chiarire i requisiti sulla misura. Come accade già per il Reddito di Cittadinanza, il beneficiario della prestazione non è il singolo richiedente ma l’intero nucleo familiare.

Covid-19, arriva il Reddito di Emergenza, bonus per altri 6 mesi

Si può fare richiesta se il reddito familiare ad aprile non ha superato il limite previsto per il sussidio, 800 euro spetteranno ad una famiglia di quattro persone senza disabili, mentre se la famiglia ha un unico componente, il beneficio economico è di 400 euro.

Le due mensilità partono dal mese in cui si è presentata la domanda, ad esempio, se la domanda viene presentata entro il 31 maggio 2020, saranno erogate le mensilità di maggio e giugno, invece se viene presentata nel mese di giugno 2020, saranno erogate le mensilità di giugno e luglio.

I requisiti per richiedere il Reddito di Emergenza sono: residente in Italia al momento della domanda, reddito familiare nel mese di aprile 2020 inferiore ad una soglia pari all’ammontare del beneficio e un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno precedente, inferiore 10mila euro.

La richiesta dovrà essere presentata all’Inps entro il 30 giugno 2020. È possibile inviare la domanda on-line tramite il sito ufficiale dell’Inps attraverso il PIN oppure tramite i servizi offerti dai patronati.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Rating: 1.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...