Durante la promozione del suo prossimo film Nelle pieghe del tempo, ai microfoni della rivista O magazine, l’attrice americana Reese Witherspoon ha dichiarato di aver subito abusi domestici quando era molto giovane.

Durante l’intervista con Oprah Winfrey, l’attrice ha raccontato la sua storia di violenze verbali e psicologiche subite fra le mura di casa, durante una relazione che ha avuto da molto giovane. La donna capì ben presto che era arrivato il momento di chiudere quella insana relazione, come racconta ad O magazine

“Ho disegnato una linea di sabbia – riporta l’Huffinngton Post – questa si è incrociata e il mio cervello è cambiato. Non potevo andare oltre. Ero molto giovane, ed era profondo.

Il fatto che mi sono difesa ha cambiato chi ero a livello cellulare. È parte della ragione per cui posso alzarmi in piedi e dire ‘Sì, sono ambiziosa’. Perché qualcuno ha cercato di impedirmelo”.

Durante la sua carriera la Reese è stata una fervida sostenitrice della lotta contro gli abusi domestici, sia attraverso il suo ruolo di ambasciatrice per Avon che in modo indipendente. È anche fra le principali sostenitrici del nuovo movimento Time’s Up, il cui obiettivo è quello di aiutare le persone che subiscono molestie sul posto di lavoro.

Come ha riportato l’Huffington Post, Time’s Up, dalla sua nascita (circa un mese fa), ha già raccolto 20 milioni di dollari e ricevuto più di 1000 richieste di aiuto.

Nasce Time's Up: 300 attrici contro le  molestie sessuali
La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!