La regina Elisabetta cerca personale: ecco tutte le posizioni aperte - Roba da Donne

Chi non avrebbe voglia di lavorare per la Regina Elisabetta? Un sogno che si avvera per molti. Ebbene, ci sono delle buone notizie per tutti coloro che desiderano percorrere i corridoi di Buckingham Palace o del castello di Windsor… persino guadagnando! La Regina Elisabetta, infatti, ha aperto da poco nuove posizioni per la Royal Household. Diverse le opportunità, tutte da cogliere al volo. Non c’è tempo da perdere.

“Imprescindibile supporto alla Royal Family dando loro la possibilità di rispettare i loro doveri e servire la nazione” si legge sulla pagina web di Buckingham Palace. Ma quali sono le posizioni aperte? Scopriamole subito.

Tra le offerte di lavoro disponibili spiccano quelle di Energy and Environment Manager e di Documentation Assistent. Nel primo caso il candidato ideale dovrà occuparsi di energie sostenibili e alternative, prestando massima attenzione all’ambiente, così come chiesto dalla Regina. Nel secondo caso, invece, bisognerà archiviare e catalogare reperti storici così da lavorare a stretto contatto con lo staff.

La prima volta della Regina Elisabetta a una sfilata di moda

Ma ci sono tante altre figure tra cui quella del Visitor Manager, ovvero chi dovrà far visitare ai turisti, provenienti da tutto il mondo, le bellezze delle tenute reali inglesi. Un compito ambitissimo.

Per presentare la propria candidatura è semplicissimo. Se pensi di essere all’altezza per una delle posizioni aperte dalla Regina Elisabetta, se questo è il tuo sogno, hai tempo fino alla fine del mese di luglio 2018 cliccando qui. Potrai scegliere sia lavori part-time che full-time: tutto dipenderà da te e dal tuo tempo a disposizione. Se non riuscirete a candidarvi entro questa settimana, nessun problema, le posizioni verranno aggiornate continuamente visto che la Royal Household è sempre alla ricerca di risorse umane da inserire nel proprio entourage.

È opportuno ricordare che è necessaria la conoscenza della lingua inglese per tutti i candidati: di contro, i selezionati usufruiranno di condizioni lavorative privilegiate.

Articolo originale pubblicato il 24 Luglio 2018

La discussione continua nel gruppo privato!