logo
Stai leggendo: Il sito di Rolling Stones contro Tiziano Ferro: “Non può cantare l’amore etero”

Il sito di Rolling Stones contro Tiziano Ferro: "Non può cantare l'amore etero"

Un articolo pubblicato sul sito di Rolling Stones Italia, popolare rivista musicale, critica la credibilità dei contenuti delle canzoni Tiziano Ferro con riferimenti all'amore eterosessuale. "Se sei gay non puoi parlare di amore etero", si legge nel pezzo, che sta facendo discutere

Scoppia la polemica per un articolo firmato da Tiziano Zarantonello sul sito di Rolling Stones Italia (che da pochi giorni ha come direttore web Selvaggia Lucarelli), popolare rivista musicale, che critica la credibilità dei contenuti delle canzoni Tiziano Ferro con riferimenti all’amore eterosessuale.

Tiziano Ferro – si legge nell’articolo di Zarantonello – era diventato per me un super guru, un domatore professionista delle farfalle che durante l’adolescenza ti sconquassano lo stomaco peggio che la gastrite. Immaginate come posso esserci rimasto nel momento in cui rivela al mondo di amare gli uomini. Come aveva potuto ingannarmi? Tu mi parli di quel congegno infernale che è la donna senza mai aver avuto i codici di accesso, senza mai aver voluto accedervi. E io come uno stupido ad ascoltarti.

Se sei gay dunque, ti prego non cantare etero, perché le canzoni sono una cosa seria.

 ‘Ah, ma l’amore e uno solo, e universale’. Non è vero – prosegue il giornalista nell’articolo – Già di per sé ogni amore si compone di milioni di sfumature figurarsi se quello tra uomo e donna, uomo e uomo, donna e donna possono essere uguali tra loro. Mi sono sentito tradito, avevo perso quel clima di confidenza che si era creato tra me e Tiziano 10 anni prima grazie a Rosso Relativo.

Il giornalista di Rolling Stones ci tiene però a puntualizzare che non si tratta di un pezzo contro l’omosessualità, e cita un’ altra grande pop star che fece coming out anni dopo il successo planetario.

Non è omofobia, gli amici gay ce li ho anch’io, sarebbe stato lo stesso se uno di loro mi avesse detto di aver finto per anni la sua omosessualità. Ricky Martin fu il primo a tradire e anche quella fu una pagina triste per la musica pop. Cantava di Vida Loca con le tette di Nina Moric che gli distraevano la guida e va a finire che in realtà non gliela distraevano affatto. E noi come degli stupidi ad ascoltarlo.

Zarantonello conclude poi l’articolo scrivendo di voler tranquillizzare “… tutti sul fatto che poi tra me e Tiziano Ferro i rapporti si sono rimarginati. Ho apprezzato la chiarezza e ho continuato a comprare i suoi cd masterizzati. A mio parere continua ad essere il più grande scrittore di canzoni d’amore dopo Cesare Cremonini. Ecco a proposito Cesare, se anche tu avessi qualcosa da rivelare, fallo subito. Prima che un altro tuo pezzo diventi la colonna sonora della mia ennesima delusione d’amore etero”.

Sarà, ma il pezzo ha scatenato i social, che si sono dichiarati scioccati ed esterrefatti dal tenore delle dichiarazioni del giornalista di Rolling Stones. Per quanto riguarda Tiziano, per ora l’artista non ha voluto rispondere all’articolo che, seppur ironico, certamente ha lasciato nei lettori più di una perplessità.

 

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...