logo
Stai leggendo: Salvini: “Troppi 10 vaccini”. Burioni: “Servono anche a proteggere i suoi figli”

Salvini: "Troppi 10 vaccini". Burioni: "Servono anche a proteggere i suoi figli"

Dura la replica del medico Burioni a Salvini: "Sono vaccini che proteggono anche lei, i suoi figli e i suoi elettori, e pure tutti i cittadini italiani che lei ha il dovere di tutelare".
salvini

L’argomento vaccini è sempre, inevitabilmente destinato a sollevare un polverone, soprattutto quando a occuparsi della questione è un personaggio pubblico come il Ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini, che a Radio Studio 54 ha espresso il proprio parere sul numero di vaccinazioni previste, mostrandosi piuttosto critico.

Dieci vaccini obbligatori sono inutili e talvolta dannosi. Garantisco l’impegno preso di permettere che tutti i bimbi possano andare a scuola, possano entrare in classe. Al governo siamo in due, c’è un’alleanza e bisogna ragionare con gli alleati.

Salvini ha anche fatto sapere di aver intavolato dei colloqui con il Ministro della Salute Giulia Grillo, per togliere l’obbligatorietà dei vaccini prevista dalle precedenti disposizioni legislative.

“Ho già iniziato a ragionare col Ministero della Salute Grillo, ma di certo questi bambini non devono essere espulsi”, ha chiarito Salvini.

A intervenire nella vicenda, replicando duramente alle sue affermazioni,  è il medico Roberto Burioni, noto virologo, che su Facebook ha scritto:

No, Ministro Salvini. Dieci vaccini non sono inutili e tantomeno dannosi. Sono gli stessi vaccini che vengono usati con identici tempi e identici modi in tutto il mondo. Sono i dieci vaccini che hanno salvato e salvano, in tutta sicurezza, milioni di vite. Vaccini che proteggono anche lei, i suoi figli e i suoi elettori, e pure tutti i cittadini italiani che lei ha il dovere di tutelare. Ministro Salvini, lei ha detto una cosa non rispondente al vero, perché quelli che riporto io sono fatti, suffragati da dati scientifici solidissimi. Quella che ha detto è una bugia, una bugia pericolosissima. E che a dirla sia chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese è una cosa che mi preoccupa molto. Fatti, e non bugie. 

Per il coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome “le affermazioni del Ministro dell’Interno rischiano di riportare l’Italia indietro di un secolo”: “Sono certo che il Premier Conte e il Ministro della Salute Grillo interverranno per ripristinare la verità sull’utilità dei vaccini obbligatori”.

Anche il vicepremier Luigi Di Maio, pur esprimendosi con maggiore prudenza, sembrerebbe essere in linea con le volontà di Salvini, dato che, come riporta l’agenzia di stampa Ansa.it,  ha fatto sapere di voler rivedere il decreto Lorenzin:

[…] nel senso semplicemente di potere assicurare una tutela vaccinale delle persone e soprattutto ai bambini. Poi ognuno ha la sua opinione sui vaccini, voi conoscete la nostra.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...