logo
Stai leggendo: Sciopero trasporti, weekend da incubo: treni e voli fermi

Sciopero trasporti, weekend da incubo: treni e voli fermi

Non solo lo stop dei treni ma anche quello dei voli: diverse le azioni di sciopero previste dalla durata di 24 ore che coinvolgeranno i controllori di volo.
aerei

Nel pieno dell’estate, nel pieno delle vacanze irrompe uno sciopero dei trasporti che trasformerà il prossimo fine settimana in due giornate da incubo, da dimenticare. Alcune sigle sindacali autonome, infatti, hanno proclamato uno sciopero nazionale di 24 ore dei dipendenti del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ma anche di Trenord e Ntv, società che gestisce il treno Italo che, però, al momento non ha ancora confermato. La mobilitazione scatterà dalle ore 21 di sabato 21 luglio e terminerà alle 21 di domenica, così da rendere impossibile il weekend degli italiani.

Non solo lo stop dei treni ma anche quello dei voli visto che sabato Enav ha annunciato il fermo negli aeroporti. Diverse le azioni di sciopero previste dalla durata di 24 ore che coinvolgeranno i controllori di volo. Le parti, comunque, si vedranno presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per un incontro mirato a finalizzare il negoziato. Gli scioperi nazionali saranno due, uno indetto dalle sigle Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e UNICA, l’altro da Ugl-Ta. Scioperi anche locali a Brindisi, Milano, Padova, Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Palermo, Pescara, Roma Ciampino e Fiumicino, Venezia Tessera. Il consiglio è sempre quello di informarsi prima di mettersi in viaggio, eventualmente riprogrammando i propri spostamenti o la propria vacanza così da evitare lo stress da aeroporto.

Lo sciopero – come fa sapere l’agenzia di stampa Ansa.it – coinvolgerà anche il personale degli aeroporti di Firenze e Pisa: “potranno essere possibili modifiche alla normale attività operativa” – si legge – per la giornata del 21 luglio in occasione dello sciopero nazionale di 24 ore nei trasporti proclamato da Cub. Verranno comunque assicurati “tutti i voli di Stato, umanitari e di emergenza nonché il trasporto di medicinali, merci deperibili, animali vivi e/o generi qualificati come di prima necessità per il rifornimento delle popolazioni e la continuità delle attività produttive”.

Insomma, sarà un weekend nero che rischia di rovinare le nostre vacanze.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...