La Scozia è la prima nazione al mondo a garantire gratuitamente, per legge, la presenza obbligatoria di assorbenti e altri prodotti per le mestruazioni nei luoghi pubblici. Con l’entrata in vigore, il 15 agosto 2022, del Period Products Acts è stato confermato il decreto del 2020, il Period Products (Free Provision) Bill, che allora non era stato convertito in legge dal parlamento della regione più a nord del Regno Unito. Ora, finalmente, chiunque necessiti di prodotti mestruali in edifici pubblici (tra cui le scuole) può invece ottenerli gratuitamente.

Tampon tax, i Paesi che hanno abolito la tassa più ingiusta (no, l'Italia non c'è)

Un percorso iniziato da anni. Come riportato da Open, infatti, dal 2017 in Scozia sono stati spesi 27 milioni di sterline per garantire l’accesso gratuito ad assorbenti e tamponi. “Mentre il carovita avanza, il Period Products Act rappresenta un lume di speranza che mostra quello che si può ottenere quando la politica si unisce per il bene comune delle persone“, ha dichiarato la promotrice della legge, Monica Lennon, che mira ad abolire la povertà mestruale.

Questa che si manifesta mediante la difficoltà economica relativa all’acquisto dei prodotti igienici utili alle proprie mestruazioni e, spesso, troppo cari. Non solo nei paesi più poveri o in via di sviluppo, ma anche in quelli più ricchi e agiati.

C’è un modo semplice di descrivere la povertà mestruale: vai al supermercato e ti trovi a dover scegliere tra un pacco di pasta e uno di assorbenti“, ha spiegato l’attivista Georgie Nicholson alla Bbc.

Secondo la stima dell’associazione Hey Girls, di cui Nicholson fa parte, nel Regno Unito una donna su quattro è stata vittima di povertà mestruale nel corso della propria vita, mentre il superamento di questo fenomeno è considerato un passo avanti verso la parità di genere.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!