logo
Stai leggendo: Genitori dimenticano figli in auto: ok della Camera per i sensori anti abbandono

Genitori dimenticano figli in auto: ok della Camera per i sensori anti abbandono

I sensori anti abbandono in auto diventeranno obbligatori: è già arrivato l'ok della Camera, adesso il testo passa al Senato per il sì definitivo.
figli in auto

AGGIORNAMENTO 7 AGOSTO – La Commissione Trasporti della Camera ha approvato la proposta di legge che prevede l’obbligo di montare i seggiolini anti-abbandono in auto. Il provvedimento adesso passa al Senato per il sì definitivo. Il Ministro Toninelli ha anche assicurato incentivi per l’acquisto dei sensori.

—–

Il lavoro, lo stress, gli impegni, la premura. I genitori di oggi rischiano di dimenticare i propri figli in auto. Purtroppo è già capitato, decine sono i bambini lasciati nelle proprie auto per una distrazione – che talvolta può causare tragedie – di genitori convinti di aver lasciato i piccoli a casa della nonna o a scuola. E, invece, no. A rimediare a questo problema ci penserà il Governo, così come annunciato con una diretta su Facebook. “È con una nota di orgoglio che annuncio che stiamo lanciando una campagna per la sicurezza dei nostri bambini” ha dichiarato il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli che, dunque, farà tutto il possibile per introdurre l’obbligatorietà dei dispositivi anti abbandono a bordo delle auto con bambini.

Queste le parole del Ministro dei Trasporti:

Una piccola modifica all’articolo 172 del Codice della strada può essere fondamentale per salvare la vita dei nostri figli, per evitare che da una banale distrazione scaturisca una tragedia che segna per sempre un padre, una madre, una famiglia.

Entro l’autunno potrebbe entrare in vigore la legge che prevederà i sensori anti abbandono in auto. Insomma diventeranno obbligatori. Ma al momento cosa c’è sul mercato? A spiegarlo è ilSole24ore con un approfondimento: dai seggiolini ai braccialetti anti abbandono, fermo restando che – con l’obbligatorietà prevista dal Governo – probabilmente si scatenerà la concorrenza o, chissà, se il dicastero retto da Toninelli, elargirà contributi.

Uno dei seggiolini anti abbandono più diffusi è quello di Chicco con Samsung nel quale è installato un dispositivo che si connette al proprio cellulare tramite un’app. Allarmi che si attivano quando il telefono si allontana di qualche metro dall’auto. Subito dopo, se non interviene nessuno, scatta anche un secondo allarme con l’invio di sms ai numeri di emergenza pre-impostati sul proprio account.

Il costo dei seggiolini oscilla tra i 150 e i 350 euro.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...