"Seta", ecco il nuovo singolo di Elisa che denuncia la violenza sulle donne

Rilasciato il 24 novembre, il brano racconta il dolore e la trasformazione interiore di una giovane, vittima di molestie durante un appuntamento. "Lei è una supereroina come lo sono tutte coloro che denunciano situazioni di maltrattamento". 

Si intitola Seta il brano che segna il ritorno di Elisa su tutte le piattaforme a partire dal 24 novembre. Ma non è soltanto il nuovo singolo della cantautrice dopo tre anni: è un vero e proprio inno alla forza femminile. Come spiega su Instagram: “Si tratta di una storia che ho scritto di mio pugno, ha un messaggio forte che mi sta a cuore. Riguarda la forza femminile”.

Adele, tutto pronto (forse) per "30", il suo nuovo album

Attraverso una serie di post sui social, in cui ha presentato anche il video che accompagna il singolo, Elisa ha spiegato come è nata questa canzone di denuncia contro la violenza sulle donne, rilasciata meno di 24 ore da una giornata, quella del 25 novembre, simbolo della battaglia contro questa terribile realtà.

Era un giorno di due anni fa, c’eravamo io e Andre, Davide e Dario. Avevamo finito il lavoro su una canzone per un’altra artista e avevamo tutti il pomeriggio libero. Ricordo perfettamente che Davide, mentre raggiungevamo il ristorante a piedi, con la sua sigaretta in bocca e la sua perenne aria di sfida ci ha detto: ‘Facciamone un’altra adesso. Facciamo una cosa senza pensare a niente. Fuori dagli schemi, liberi di sbagliare tutto. Quell’ultima frase mi accendeva le cellule più remote e riconoscevo quell’impulso così familiare del voler fare, del bisogno quasi fisico di materializzare l’emozione, quasi per liberartene”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Elisa (@elisatoffoli)

E così è nata Seta, una canzone che racconta la storia di una ragazza che subisce alcune molestie, prima durante un appuntamento, poi in una discoteca. Nel video si percepisce tutto il dolore della giovane e la sua trasformazione interiore, che la porta poi a diventareuna supereroina“, come ha dichiarato la cantante in un’intervista a Il Corriere della Sera. “L’energia che si sprigiona dalle mani della protagonista rappresenta la sua forza interiore che esce. Lei è una supereroina come lo sono tutte le donne che denunciano situazioni di maltrattamento“.

L’album da cui è tratta la canzone sarà un doppio. Come spiega Elisa sempre al Corriere si tratterà di “un disco in italiano e uno in inglese, lingua con cui è partita la mia carriera e che non lascerò mai. Il primo, quello in italiano, è frutto di quegli scambi con autori e produttori diversi, Don Joe, Marz, Zef, Andy 6pm, Michelangelo, Franco 126…”.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!