logo
Stai leggendo: Stop alle catene di Sant’Antonio: WhatsApp si difende con un aggiornamento

Stop alle catene di Sant'Antonio: WhatsApp si difende con un aggiornamento

WhatsApp cerca di arginare il problema della spam e delle catene di Sant'Antonio e in futuro segnalerà quando i messaggi sono già stati inoltrati ad altri contatti: ecco di cosa di tratta e come si attiva la funzione.
Stop alle catene di Sant'Antonio: WhatsApp si difende con un aggiornamento

Le catene di Sant’Antonio, i messaggi di Spam, le fake news avranno vita più dura su WhatsApp che sta testando dei nuovi modi per bloccare la diffusione  di notizie errate o inutili. A svelare la novità su Twitter è il team WABetainfo che ha pubblicato lo screenshot della nuova funzione che per il momento è stata provata come Beta ma che potrebbe diventare disponibile per tutti gli utenti attraverso un aggiornamento dell’app di messaggistica istantanea.

La nuova funzione andrà ad analizzare i messaggi inoltrati e invierà una notifica se lo stesso messaggio è stato inoltrato almeno una volta, il messaggio suona così come un campanello d’allarme per l’utente del possibile messaggio spam.

Sarà compito dell’utente capire se il messaggio è attendibile oppure se si tratta dell’ennesima catena di Sant’Antonio sul telefonino. Purtroppo dietro le catene di Sant’Antonio o i video spam spesso sono nascoste truffe, come ad esempio i tanti finti coupon, lotterie o regali da riscuotere cliccando sul link, o fake news che hanno creato allarmismo o alimentato leggende metropolitane.

Quando si è destinatari di alcuni messaggi sospetti si possono scovare le bufale semplicemente copiando e incollando il testo del messaggio su Google: il motore di ricerca troverà sicuramente qualche giornale o altra fonte che mette in guardia dalla probabile truffa. Le pagine social della Polizia di Stato aggiornano costantemente sulle fake news e bufale in circolazione. Purtroppo su Whatsapp ci sono malintenzionati che sfruttano la piattaforma (e l’ingenuità di molti suoi utenti) per rubare informazioni sensibili o denaro in vere e proprie azioni illecite.

La nuova funzione non cancellerà il problema ma sicuramente lo argina in maniera significativa, il sistema pare che riuscirà a bloccare il messaggio dopo la 25ª condivisione. Essendo una funzionalità ancora in fase di test non è chiaro quando questo nuovo aggiornamento anti-spam sarà disponibile per la versione ufficiale di WhatsApp.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...