Valentina Ferragni non ha paura di far vedere anche i lati più spiacevoli della sua vita, e mostra su Instagram la cicatrice dopo l’operazione a un brufolo sospetto sulla fronte.

Le foto di Valentina Ferragni sono state scattate quattro giorni dopo l’operazione. “É tutto iniziato con un normale brufolo ed è cambiato in peggio nel corso dell’anno, all’inizio pensavamo fosse una cosa semplice“, scrive la Ferragni nella didascalia del post.

Come spiegato in un altro post di Valentina Ferragni, quello che si sospettava essere un semplice brufolo sulla fronte è andato peggiorando nel corso del tempo, arrivando addirittura a ulcerarsi. I medici non sanno ancora cosa sia nello specifico: Valentina Ferragni ha spiegato che i dottori pensano possa essere una semplice ciste, ma nel peggiore dei casi potrebbe anche trattarsi di un carcinoma basocellulare, un tumore maligno ma non eccessivamente pericoloso.

Il medico l’ha rimossa con un bisturi elettrico perché questa parte della pelle verrà analizzata“, ha spiegato la Ferragni, aggiungendo che terrà informati i suoi followers non appena ci saranno ulteriori notizie.

Adesso l’influencer ha tre punti sulla fronte e un cerotto che dovrà tenere per una settimana. Valentina Ferragni ha inoltre confessato ai suoi followers che, essendo il primo intervento che ha dovuto affrontare in vita sua, era piuttosto preoccupata. Tuttavia, “la salute è la cosa più importante in assoluto. E ricorda, ogni cicatrice è una battaglia che abbiamo vinto“, ha scritto nel post.

Quello che davvero importava a Valentina Ferragni era sensibilizzare i suoi followers sul fatto che Instagram non deve per forza raccontare solo di moda, viaggi, amore e cose belle. Instagram può e deve essere anche lo specchio della vita vera con tutti i suoi problemi e le difficoltà. Un social deve essere fatto prima di tutto di “VERA vita, VERI problemi e VERE persone“, come specifica l’influencer nella didascalia.

Chi è Francesca Ferragni, la sorella 'meno famosa' di Chiara

Infine, Ferragni ha ricordato ai suoi followers l’importanza dei controlli medici, incoraggiando chi come lei affronta questo tipo di problema a farsi visitare prontamente. “Probabilmente al 99% di voi il mio problema rimarrà solo il MIO problema, ma forse quell’1% deciderà di andare dal dottore per farsi vedere quello strano brufolo che, chissà perché, non va più via“, scrive.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!