logo
Stai guardando: La verità sui polli Mc Donald’s: il video choc per chiedere il cambiamento

La verità sui polli Mc Donald’s: il video choc per chiedere il cambiamento

Gli animalisti hanno dichiarato guerra a Mc Donald’s per i polli, la nuova campagna video sarà esposta a Time Square di New York fino al 31 ottobre.

Prossimo video

Fedez: la scelta di non battezzare Leone e di pubblicare le foto sui social

Annulla

Ogni anno centinaia di milioni di polli finiscono nel menù McDonald’s così Animal Equality International ha lanciato una campagna rivolta al colosso del fast food con un video choc in onda a Time Square, New York. La campagna animalista si pone e pone alla coscienza critica di tutti una domanda: “McDonald’s sostiene la crudeltà sugli animali?”. Una comunicazione diretta e coraggiosa contro uno dei colossi del fast food e tra i principali player per quanto riguarda la compravendita della carne.

Gli animalisti attaccano così Mc Donald’s con un video choc che mostra un pollo prima traballante sulle gambe e poi a terra, per  incoraggiare i consumatori al boicottaggio della catena accusata di crudeltà sui polli.  Il sito web del progetto McChicken Cruelty  lanciato dall’associazione animalista Animal Equality recita:

Ogni anno centinaia di milioni di polli soffrono negli allevamenti che riforniscono McDonald’s, allevati per avere cosce innaturalmente grandi da non sopportare il proprio peso, stipati in capannoni dove la luce del sole non filtra, immersi nella sporcizia e incapaci dei comportamenti più naturali. Sono condizione inaccettabili.

La campagna nasce dalla volontà di far esporre Mc Donald’s a una presa di posizione pubblica verso i propri fornitori di pollame colpevoli del maltrattamento dei polli.

Matteo Cupi, Direttore Esecutivo di Animal Equality Italia, a TPI afferma: “La domanda quindi è una sola, quando McDonald’s smetterà di indugiare e si impegnerà a eliminare le pratiche crudeli messe in atto dai suoi fornitori? I polli sono animali sociali e intelligenti che meritano di meglio. Il tempo del cambiamento è arrivato ed è adesso”.

Altre catene di fast food, come Kfc, Subway, Burger King e Jack in the Box, si sono tutte impegnate a modificare le loro politiche sul benessere degli animali. Il silenzio di Mc Donald’s, leader mondiale di settore, non permette un cambiamento vero della situazione.

Un video che sicuramente darà una scossa alla nostra coscienza la prossima volta che vedremo un McChicken o delle croccanti Chicken McNuggets.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...