Pochi mesi fa, durante la Fashion Week di Parigi, dove venivano presentate le collezioni moda per l’autunno-inverno 2022-2023, Balenciaga ha portato in scena una borsa che è destinata a far parlare di sé.

La casa di moda aveva mostrato l’accessorio nel corso di una sfilata storica, dedicata ai profughi ucraini in fuga dalla guerra, andata in scena a marzo 2022 nella capitale francese: modelle e modelli che camminavano sotto a una tormenta di neve, e alcuni di loro tenevano stretto in mano un sacco nero praticamente identico a quello dell’immondizia.

Il nome della borsa è Trash pouch, letteralmente proprio pochette della spazzatura, anche se non ha certo le dimensioni di una pochette, né tantomeno il prezzo di un sacco per la raccolta differenziata. Sebbene non sia ancora in vendita sull’e-commerce di Balenciaga, il costo si aggira intorno ai 1790 dollari.

Nata dalla matita dello stilista georgiano Demna, direttore creativo della griffe, la borsa sta arrivando ora nei negozi, pronta per essere acquistata per la prossima stagione: è realizzata in pelle di vitello ed è disponibile in quattro varianti di colore, nero, bianco e rosso, blu e nero o giallo e nero.

Ciabatte con stiletto: Balenciaga mette i tacchi alle Crocs

“Non potevo perdere l’occasione di realizzare il sacco della spazzatura più costoso del mondo. Perché chi non ama uno scandalo della moda?”, ha dichiarato, ironico e provocatorio il designer al magazine Women’s Wear Daily. Di certo, come ci sarà chi acquisterà e sfoggerà la Trash pouch, ci sarà anche chi ne criticherà forma e prezzo.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!