Il collutorio potrebbe ridurre la trasmissione del virus? Lo studio di Oxford - Roba da Donne

Il collutorio potrebbe ridurre la trasmissione del virus? Lo studio di Oxford

Il collutorio è in grado di distruggere la membrana di alcuni virus grazie ad alcuni agenti chimici. Riuscirà a fare lo stesso con il COVID?

Il mondo scientifico intero è alla ricerca di un farmaco o di un vaccino che possa combattere (prevenendolo) il coronavirus. Poche ore fa è arrivata una notizia inattesa: il collutorio potrebbe essere un alleato prezioso nella lotta al COVID-19.

La ricerca è stata pubblicata da Function, una rivista scientifica curata dall’Università di Oxford, dunque l’attendibilità è alta.

Partiamo da un presupposto fondamentale: è cosa risaputa che la gola e le ghiandole salivarie siano due ‘luoghi’ di replicazione del SARS-CoV-2. Quest’ultimo è un virus che ha uno ‘strato’ esterno, una membrana grassa.

I collutori per l’igiene orale contengono numerosi agenti che, tecnicamente, sono in grado di distruggere la membrana esterna dei virus.
Per questo motivo, scrive la rivista scientifica, “è importante approfondire gli studi” circa l’utilizzo del collutorio per combattere la trasmissione del SARS-CoV-2. Alla luce della pubblicazione su Function, è plausibile che nei prossimi giorni verranno effettuati dei test per determinare l’eventuale efficacia dei collutori contro il coronavirus.

Al momento – è bene sottolinearlo – non c’è alcuna certezza che i collutori siano in grado di danneggiare la membrana esterna del COVID-19. Si sa solo che sono in grado di farlo con altri virus.

Proprio per questo motivo a breve partiranno degli studi dedicati, dato che davanti alla comunità scientifica potrebbe presentarsi un alleato inatteso nella lotta al virus.
Per il momento gli esperti invitano a continuare a rispettare le regole “conosciute” di contrasto al virus: il rispetto del distanziamento sociale, la pulizia del corpo e degli ambienti circostanti, l’uso delle mascherine.

Nel documento dello studio scientifico viene scritto che: “Si è fatta poca ricerca in quest’area, eppure è di importanza fondamentale. Si spera che venga creato in breve tempo un progetto di ricerca per approfondire il tema”.
In conclusione, ribadiamo che per il momento non c’è alcuna prova scientifica che il collutorio “distrugga” il coronavirus. Per cui, fino a quando non ci saranno aggiornamenti rilevanti in tal senso, invitiamo a non abusare del prodotto per l’igiene orale.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Rating: 4.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...