Quei commenti stupidi alla notizia del malore di Belen tornata al lavoro

Belen torna al lavoro a soli 8 giorni dal parto, ha un malore e i commenti sui social si scatenano. Qualunque cosa faccia la showgirl argentina, ai criticoni del web non va bene.

Qualunque cosa faccia Belen Rodriguez, i commenti si sprecano, e il più delle volte sono tutt’altro che teneri, verso la bella showgirl argentina.

Inutile dire quanti, dopo la nascita della sua piccola Luna Mari, abbiano criticato, in modi più o meno educati, la scelta di Belen di esporre la figlia sui social (come se molti di noi non facessero la stessa scelta), e anche adesso che, tornata al lavoro ad appena 8 giorni dal parto, ha avuto un malore, le malelingue non si sono ovviamente trattenute.

I commenti meno empatici, se proprio non vogliamo definirli cattivi, si leggono sotto il post Facebook di Vanity Fair in cui si dà notizia del malore occorso a Rodriguez durante la registrazione di una delle puntate di Tu si que vales?, in cui è impegnata come conduttrice.

Belen ha spiegato di aver dovuto ricevere tre flebo perché è stata trovata disidratata, e di non essere riuscita a registrare la puntata in programma. “Mi guardo questa cucciola e tutto mi passa”, dice teneramente nelle sue storie Instagram, mostrando la piccola Luna Mari che dorme. Ma la scelta di Belen di tornare al lavoro in gran fretta, a poco più di una settimana dal parto, non è piaciuta agli internauti che, ovviamente a mezzo social, hanno esternato la propria disapprovazione.

Noi lavoratori autonomi faremmo follie per vivere in santa pace almeno un paio di mesi di ‘maternità’. Lei invece non vede l’ora di tornare a lavoro… Si… Lavoro.

Ma le mancavano quei soldi per mangiare??Ma daiiiiii!!! Non dico chissà quanto ma dopo 8 giorni nelle sue condizioni di stra agio poteva pure evitare!!

Terrorizzata, mai sia che perda il posto.

"Zocc*la, vecchia": i commenti a Paola Turci che definiscono solo chi li fa

Il tenore della gran parte dei commenti che si leggono sotto il post è questo; insomma, se fosse rimasta a casa a godersi la sua bambina e il suo compagno probabilmente Belen sarebbe stata accusata di essere una nullafacente che “se lo può permettere”, e avrebbe ricevuto moniti del tipo “Volevo proprio vedere se non sapeva come far mangiare la bambina, sai come tornava presto a lavorare?”, oppure filippiche che le avrebbero ricordato la sua condizione di privilegiata rispetto alle tante mamme che non possono godere della maternità per necessità economiche; tornando subito a lavorare, invece, le è stato fatto notare che proprio in virtù del suo agio avrebbe dovuto restare di più a casa e c’è chi si è chiesto se la scelta non sia dipesa dalla “paura” di vedersi soffiare il posto.

Mentre se ci fosse stata una mamma “normale”, al suo posto, probabilmente staremmo tutti e tutte discutendo di quanto sia ammirevole, coraggiosa e forte.

Belen è uno di quei personaggi particolarmente in grado di scatenare polemiche, ma in certe occasioni, come in questa, a fronte, per di più, di un malore, appare evidente che ci sia anche un certo accanimento nei confronti della sua persona, e che certi commentatori e commentatrici di internet giudichino ogni sua mossa solo come un passo falso, utile a criticarla.

Sì, Belen è sicuramente privilegiata, almeno dal punto di vista economico, rispetto a tante mamme che, purtroppo, devono far quadrare i conti e sono costrette a lasciare i figli neonati anzitempo, non potendo contare neppure su un congedo di paternità adeguato; ma ha deciso di tornare a lavorare, come fanno queste mamme meno abbienti. E sì, il suo è un lavoro, piaccia o no a chi considera meritevole di essere chiamato tale solo lo spaccare pietre in miniera, evidentemente, e lei ha scelto, consapevolmente, di tornare a farlo subito.

Non sappiamo perché abbia fatto questa scelta, se si sia consultata con il suo medico, e alla fine non ce ne dovrebbe importare alcunché, proprio come non ci importa di conoscere i motivi per cui la vicina di casa, la collega o l’estranea che incontriamo per la strada hanno fatto o non fatto lo stesso.

Il fatto che Belen abbia deciso di parlare del piccolo malore che ha avuto (“Se non voleva farlo sapere poteva tenerlo per sé, anziché spiattellare tutto sui social!”) non significa, come accaduto in un sacco di altre occasioni, che qualcuno/a di noi possa sentirsi legittimato/a a conoscere, a criticare, a sentenziare.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!