Juliana Nehme, 38 anni, influencer e modella brasiliana plus-size, ha accusato la compagnia aerea mediorientale Qatar Airways di averla discriminata a causa della sua taglia.

L’influencer ha postato sul suo profilo Instagram un video, diventato in poco tempo virale, in cui è all’aeroporto di Beirut, e ha spiegato che le è stato negato il diritto di volare perché “troppo grassa“.

La modella ha raccontato che lei, sua madre, sua sorella e suo nipote erano in vacanza in Libano e stavano tornando a casa in Brasile quando un addetto le ha spiegato che avrebbe dovuto acquistare un posto più costoso in prima classe, dove i sedili sono più grandi, se voleva imbarcarsi sul volo.

In portoghese, Nehme ha detto: “Ho comprato un biglietto di andata e ritorno per il Brasile tramite il Qatar e, quando è arrivato il momento di fare il check-in, un’assistente di volo del Qatar ha chiamato mia madre mentre un altro addetto stava finendo il nostro check-in e le ha detto che non ero la benvenuta a bordo perché sono grassa“.

Juliana Nehme ha anche raccontato che la sua famiglia ha speso un totale di 4.000 dollari (USD) per posti in economy, compreso il suo biglietto da 947 dollari, “solo per vedersi negare l’imbarco sul volo“.

Qatar Airways ha dichiarato alla stampa che a qualsiasi passeggero “che ostacoli lo spazio di un altro viaggiatore e non sia in grado di allacciare la cintura di sicurezza o di abbassare i braccioli“, può essere richiesto di acquistare un posto aggiuntivo sia come “precauzione di sicurezza” che per il comfort e la sicurezza di tutti i passeggeri.

La compagnia aerea ha poi aggiunto di essere in linea con la prassi del settore e con la maggior parte delle altre compagnie aeree.

Ora, cosa farò? Mi stanno negando il diritto di viaggiare, ma sono venuto qui con AirFrance e tutto è andato bene, non ho avuto problemi. E ora mi negano il biglietto“, ha detto Nehme nel video, disperata, mentre si trovava all’aeroporto internazionale Rafic Hariri di Beirut.

Juliana Nehme ha raccontato di aver passato quasi due ore a implorare la compagnia aerea di imbarcarsi sul volo e tornare a casa. “Anche mia madre ha provato di tutto. Sono stata minacciata mentre cercavo di registrare quello che stavano facendo“, ha affermato.

Alla fine la ragazza è dovuta rimanere all’aeroporto di Beirut con la madre, mentre la sorella e il nipote hanno preso il volo Qatar Airlines per Doha, in Qatar.

"Sei una cag*a grassa non puoi cavalcare": la denuncia Remi Bader cacciata dal ranch

Un portavoce della Qatar Airways ha dichiarato al Daily Mail che “il passeggero è stato riprenotato su un volo questa sera [24 novembre] dal Libano“.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!