Fase 2 Covid-19, da oggi riaprono negozi di bici e toelettatura per animali

Coronavirus Fase 2, si allentano altri vincoli. Da oggi, mercoledì 6 maggio, riaprono i negozi di bici e le toelettatura per animali domestici. Lo prevede un decreto del Ministro dello Sviluppo Economico con alcune modifiche al Dcpm del 26 aprile.

Coronavirus Fase 2, si allentano altri vincoli. Da oggi, mercoledì 6 maggio, riaprono i negozi di bici e le toelettatura per animali domestici. Lo prevede un decreto del Ministro dello Sviluppo Economico con alcune modifiche al Dcpm del 26 aprile.

A partire da oggi mercoledì 6 maggio, altre attività commerciali e produttive potranno riaprire, tra queste anche il commercio al dettaglio di natanti e biciclette, noleggio di autocarri, veicoli pesanti, macchinari attrezzature ed anche attività di conservazione e restauro di opere d’arte e servizi di toelettatura per animali da compagnia.

La decisione arriva in seguito al confronto tra il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli e del Ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri. Il Dpcm del 26 aprile 2020 è stato aggiornato ed il provvedimento verrà successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dopo essere stato registrato dalla Corte dei Conti.

Covid-19 Fase 2: cosa potremo ritornare a fare dal 4 maggio

Per quanto riguarda le altre attività commerciali bisognerà attendere il 18 maggio, per alcune anche qualche giorno in più. Se i numeri di diffusione del coronavirus continueranno ad essere positivi, potranno riaprire anche altri esercizi commerciali.

Il Governo più volte ha sottolineato che questo avverrà seguendo sempre una linea di prudenza e cautela. Dopo le due settimane dall’inizio della Fase 2 si potrebbe iniziare ad avere un approccio differenziato tra le Regioni in base allo stato dell’epidemia.

Il premier Giuseppe Conte, sulla questione di alcune autorità locali che continuano a spingere per un’immediata riapertura delle attività, ha dichiarato:

“Non ignoro le richieste di alcune Regioni e di alcune particolari categorie di anticipare l’apertura delle rispettive attività”, ha detto Conte, ribadendo però che se ne parlerà solo dopo il 18 maggio. Le trattative tra governo e Regioni, ad ogni modo, sembrano essere sulla buona strada”.

Dunque, l’elenco dei codici Ateco allegato al Dpcm del 26 aprile scorso è stato aggiornato e modificato con l’aggiunta delle attività riaperte da oggi. Per le restanti attività bisognerà aspettare almeno il 18 maggio, se non oltre, come i centri estetici, i barbieri e i parucchieri.

La discussione continua nel gruppo privato!