Pamela Anderson, 55 anni, ha raccontato al Guardian che il furto e la vendita del suo sex tape nel 1996 ha significato rivivere lo stupro subito da parte di un 24enne quando lei aveva 12 anni.

Nell’intervista l’attrice ha rivelato ulteriori dettagli sull’impatto emotivo che il furto del suo sex tape ha avuto su di lei. Nel 1995, l’ex star di Baywatch e l’allora marito Tommy Lee si sono visti rubare una registrazione intima privata dalla loro proprietà, che è stata successivamente venduta online.

Anderson ha ripetutamente criticato il modo in cui è stata trattata dai media a seguito della fuga di notizie, che per molto tempo hanno discusso dell’accaduto.

Pamela Anderson parla degli abusi subiti sin da bambina

Pamela Anderson ha raccontato al Guardian di essere stata “violentata da un amico ventiquattrenne di un suo amico” all’età di 12 anni, prima di aggiungere: “E non per rivangare qualcosa di pesante della mia infanzia, ma quando sono stata aggredita da questo ragazzo, ho pensato che tutti lo avrebbero saputo… Quando il nastro è stato rubato, mi sono sentita così. E la deposizione è stata così brutale“.

Quando nell’intervista le è stato chiesto se avesse mai discusso apertamente del fatto che la pubblicazione del nastro avesse fatto riemergere la sensazione di essere stata stuprata di nuovo, Anderson ha spiegato di non averlo fatto, dicendo che era difficile per lei “infilarsi in un’intervista di [David] Letterman quando tutto ciò di cui vogliono parlare sono le tue tette“.

In un’altra recente intervista rilasciata a People, l’attrice ha raccontato di come una babysitter donna abbia sessualizzato il suo corpo in giovane età e come questo abbia influito sulla sua visione di sé negli anni successivi. L’attrice ha specificato di essere stata abusata e sessualizzata dalla babysitter, rivelando di essere cresciuta con insicurezze riguardo alla sua immagine corporea.

Non ho mai pensato di essere bella“, ha dichiarato l’attrice a People. “Nel mio caso si trattava di una babysitter donna che mi ha sessualizzato molto presto, costringendomi a fare strani giochi sul suo corpo. Mi ha minacciata di non dirlo a nessuno“.

Anderson è pronta per l’uscita del suo prossimo libro di memorie, Love, Pamela, che uscirà il 31 gennaio, in concomitanza con l’uscita del documentario sulla sua vita e sulla sua carriera, intitolato Pamela, A Love Story, “Pamela,  Una storia d’amore”.

Oltre a parlare della carriera di Anderson, il film dovrebbe contenere anche un’approfondita discussione sul sex tape, sulla sua famiglia e sulle sue relazioni personali.

Pamela, A Love Story sarà disponibile su Netflix dal 31 gennaio.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!